Da Pelè a Pellè, vecchi ricordi a Villa Indraccolo, Lecce (11.7.1979) con Causio, Brio, Russo e Roberto Pellè

In primo piano

Al caro amico Roberto Pellè

e in ricordo di Attilio Adamo

06 PELE' A LECCE (ALLA FINE DELL'ALLENAMENTO, 23.6.1966)

Lecce, Stadio di Via del Mare, foto storica di STUDIODUE con Pelè al termine dell’allenamento del Santos (23.6.1967). Io sono con la cinepresa con la quale ho ripreso le fasi dell’allenamento della squadra brasiliana, ora visibili, per mia concessione, su You Tube, digitando Lecce Calcio Story.

Da sin. Nicola Taiano, Francesco Natale (detto Bobby), Franco Cardinali, Giuseppe Giorgino (detto Pippicello), PELE’, … , … Giurgola, Gianni Carluccio, Aldo Lucci, Ambrogio Alfonso; sotto Francesco Giorgino (detto Don Checco).

08 PELE' USCITA STADIO (FOTO G. CARLUCCIO)

Mi stavo affannando al termine della partita Lecce-Santos (24.6.1967) a chiedere un autografo a Pelè che mi disse in italiano: “calma, calma” e mi firmò tre autografi… A fianco due immagini dell’allenamento del Santos il 23 mattina. Io ero sul campo a pochi metri dal mitico Pelè, grazie agli amici fotografi di Studiodue Paolo Maggiore e Marcello D’Ippolito.

CARLUCCIO - PELE' STADIO LECCE 23.6.1967 (imm. POLAROID)

GOL DI PELE' (ARCHIVIO G. CARLUCCIO)

L’articolo di Elio Donno comparso su La Gazzetta del Mezzogiorno. Io riuscii a riprendere con la mia cinepresa due dei gol di Pelè (le immagini sono visibili su You Tube, digitando Lecce calcio Story).

FORMAZIONI VILLA INDRACCOLO - 11.7.1979

Una mia foto storica a Villa Indraccolo, nell’estate 1979 (io ero in licenza premio, facevo il militare ad Albenga). Sono presenti, oltre all’avv. Indraccolo, gli amici Franco Causio, Sergio Brio, Mario Russo e tanti altri calciatori tra cui Roberto Pellè. Se non ricordo male, la partita era in memoria dell’indimenticabile Maestro Attilio Adamo, scomparso il 19 Gennaio 1978.

CARLUCCIO - PELLE' 11.7.1979

Gianni Carluccio con Roberto Pellè (Lecce, Villa Indraccolo, 11.7.1979). Roberto Pellè mi era stato presentato da un ‘fantastico’ calciatore leccese, Fernando Scarpa, nella stagione 1975-76, quando Scarpa giocava nel Sorrento e Pellè nel Potenza (l’anno precedente avevano giocato insieme nel Potenza). Pellè spesso andava ad allenarsi a Sorrento, dove io dalla vicina Napoli andavo a vedere gli allenamenti di Fernando Scarpa, che me lo presentò. Ricordo che Scarpa diceva al suo allenatore: “Mister, mille lire che prendo la traversa?”; tirava e la prendeva veramente! Grande indimenticabile campione Fernando Scarpa. A Napoli, alla Stadio San Paolo quando giocava Scarpa, i giornalisti dicevano che sembrava di vedere in campo Sivori! (Il Sorrento nel campionato 1971-72, non potendo giocare in Serie B sul suo campo, giocava al San Paolo Napoli ed era ospite nella magnifica Villa Lauro a Posillipo, dove spesso mi recavo a salutare l’amico Fernando).

FERNANDO SCARPA A POTENZA

Fernando Scarpa quando giocava nel Potenza (1968-71 e poi 1974-75 con Roberto Pellè).

GIANNI CARLUCCIO con FERNANDO SCARPA, 13.6.2014

Gianni Carluccio dopo tanti anni…, con l’amico  Fernando Scarpa (Lecce, 3.6.2014).

GRAZIANO PELLE'

Graziano Pellè, come precedentemente Franco Causio, è stato l’orgoglio calcistico dell’Istituto Tecnico Industriale “Enrico Fermi” di Lecce, presso il quale insegnavo e insegno. 

ARCHIVIO CARLUCCIO 1GIORNALE-FERMI-CARLUCCIO-CAUSIO-600

Il mio articolo sul giornale del Fermi, dedicato all’amico e Collega Prof. Marcello Petrucelli, compagno di squadra di Causio nel 1965.

ARCHIVIO CARLUCCIO 2Gianni Carluccio con l’amico Franco Causio a Lecce, in occasione di un Lecce-Juventus (19.6.1976). Io entrai all’interno dello stadio con l’auto di Attilio Adamo, che mi fece entrare anche in campo…

Tra l’altro quando, all’inizio della mia carriera scolastica, ero docente presso l’Istituto Tecnico per Ragionieri “Calasso” di Lecce, tra gli alunni dell’istituto c’era un certo Antonio Conte, mio vicino di casa, che faceva dopo-scuola da mia zia Carmen Schipa…

GIANNI-CARLUCCIO-con-ANTONIO-CONTE-VASTE-19.8.2007

Gianni Carluccio con l’amico Antonio Conte (Vaste, Lecce 19.8.2007).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ricordo del Rag. Pino Schipa, Cavaliere della Repubblica

In primo piano

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (1)

Pino Schipa.

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (2)

CARO PAPA’

E’ passato già un anno da quando mi hai lasciata,
ma la tristezza non mi ha mai abbandonata.

Ogni giorno che passa ti penso intensamente
e chiedo aiuto a te, costantemente.

Mi manchi … come quando ero bambina
e andavamo allo stadio, lì, sulla panchina;

Ricordo poi quand’ era carnevale
e mi portavi in villa a festeggiare;

o con i compiti di storia, ore a studiare …
e tu paziente mi aiutavi a ripassare.

Per non parlare dell’ atteso circo Orfei …
la foto con la scimmia … io, tu … e lei!

In quei momenti non ci davo troppa importanza,
ma ora, anche se son grande, ne sento la mancanza.

Poi sono cresciuta e volevo indipendenza …
e mi hai trovato casa … a un metro di distanza.

Troppo uguali io e te, non ci siamo sempre capiti,
ma con il tempo ci siamo poi chiariti

e il nostro rapporto è diventato sempre più forte
e ci confidavamo cose dritte o andate storte.

Sei stato alle mie spalle in ogni situazione,
ma con rispetto delle scelte e grande discrezione.

Mi hai poi accompagnata all’ altare
e giorno più bello non poteva capitare.

Ora che non ti posso più abbracciare
Sento un gran vuoto che non so colmare.

Cerco di andare avanti, sapendo che ci sei,
che da lassù nel cielo non mi lasci mai

e so che vegli pure sulla piccola Azzurrina,
tua amata e coccolata nipotina.

Lei che non sapeva dire “nonno peppu” ancora
e che adesso non le manca la parola.

Proteggici dal cielo, ne abbiamo un gran bisogno,
ora che possiamo abbracciarti solo dentro a un sogno.

Aiutami a scacciare il ricordo di quei giorni,
quando ti spegnevi nel buio dei tuoi affanni.

Voglio ricordare quand’ eri sorridente,
mentre raccontavi barzellette a tanta gente,

a tutte le persone che nella vita ti hanno stimato,
e sono state tante, lo hai sempre meritato!

Ora ti voglio urlare ancora un “Grazie”, mio splendido papà,
affinché si possa udire fin nell’ aldilà.
Stella
Lecce, 15 giugno 2016

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (3)

Ciao zio Pino.PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (4)

Pino Schipa.

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (5)

Stella per l’adorato papà e Gianni per l’adorato zio.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio di Gianni Carluccio e Stella Schipa  e ne è vietato l’utilizzo senza il loro consenso.

Continua a leggere

Pagliari Salentini

In primo piano

Ai cari amici

Prof. Francesco D’Andria

e Prof. Antonio Costantini

Presicce, Il Pagliarone più bello del Salento (1802 ?).

“Pagliari Salentini” è un tema affascinante che ho sviluppato su suggerimento dell’amico Francesco D’Andria, Professore Emerito dell’Università del Salento, impegnato negli scavi di Acquarica di Lecce, dove sono emerse le tracce di un antico pagliaro nel fondo “Pozzo seccato”, in una zona particolarmente ricca di questi monumenti della civiltà della pietra, lungamente studiata dal caro amico Prof. Antonio Costantini. Propongo qui di seguito un centinaio di immagini di “pagliari salentini”, tra le oltre mille presenti nel mio archivio. Tra i pagliari più antichi quelli di S. Donato (1550), Trepuzzi (1583) e Lizzanello (1663); numerosissimi e spesso molto eleganti sono i pagliari costruiti nell’800; a Galugnano ne è stato individuato uno dov’è scritto che il “pagliaro” è stato fabbricato nel 1851.

* Oltre agli amici segnalati nel testo che segue, devo ringraziare particolarmente per alcune informazioni i miei cari alunni: Ludovico Maggio (1D Informatica dell’I.I.S.S. “E. FERMI” di Lecce) di Lecce, per la segnalazione del bellissimo pagliaro ottocentesco situato nel Comune di Lecce (nei pressi della Masseria La Lizza) e soprattutto Santino Cafaro (S.C. nelle didascalie) (1A Areonautica dell’I.I.S.S. “E. FERMI” di Lecce) di San Donato, per avermi segnalato una serie incredibile di interessantissimi pagliari presenti tra San Donato e Galugnano, tra questi, durante alcuni sopralluoghi con il mio bravissimo alunno, ho individuato forse il pagliaro con la datazione più antica: “1550”.

PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (68)

San Donato, uno dei più antichi pagliari  (1550).PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (87)Acaja (Vernole), Pagliarone detto “Il Bello” (1822).PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (41)Melendugno, Pagliarone (1833).

PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (12)

Galugnano, Pagliaro (1859).

PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (30)

Lecce, Pagliarone nei pressi della Masseria Lizza (1871).

PAGLIARI SALENTINI, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (48)

Melendugno, in ricordo di Adriana…

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Weekend a Matera e Provincia: Craco, Aliano, Montescaglioso, Irsina

In primo piano

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (1)

Craco, il borgo abbandonato.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (2)

Aliano, busto di Carlo Levi.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (3)

Montescaglioso, abbazia benedettina di San Michele Arcangelo.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (4)

Matera, ingresso alla Cripta del Peccato Originale.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (5)

Matera by night.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (6)

Matera, Grotta dei Pipistrelli.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (7)

Gravina di Matera, Ophrys mateolana.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (8)

Matera, Chiesa rupestre del “Cappuccino vecchio”, guidati dal Prof. Cataldo Di Pede.

MATERA e PROVINCIA, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (10)

Statua in marmo dipinta di S. Eufemia, opera di Andrea Mantegna (1454).

CRACO-ALIANO-MONTESCAGLIOSO-MATERA-IRSINA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (92)

Irsina, Falco grillaio nel nido.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Matera, Venerdì Santo in Cattedrale e l’incontro con il regista Luigi Di Gianni nel Salento

In primo piano

MATERA, 25.3.2016 copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (12)

La Cattedrale di Matera risalente al 1270.

MATERA, 25.3.2016 copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (16)

L’interno della Cattedrale di Matera.

LUIGI DI GIANNI e MATERA 1974-2005 - LA da MALATTIA DELL'ARCOBALENO di S. DEL GROSSO, 2006 - ARCHIVIO CARLUCCIO (4)

Il Regista Maestro Luigi Di Gianni a Matera nel 2005 per girare il Film di Simone Del Grosso: “La malattia dell’arcobaleno. Appunti sul cinema di Luigi Di Gianni”, 2006.

RUFFANO 9.4.2016, LUIGI DI GIANNI - foto copyright Ing. Gianni CARLUCCIO (2)

L’Ing. Gianni Carluccio tra il Maestro Luigi Di Gianni e la Prof.ssa Eva Immediato (Ruffano, Lecce 9.4.2016, foto di Alessandro Turco).

RUFFANO 9.4.2016, LUIGI DI GIANNI - foto copyright Ing. Gianni CARLUCCIO (1)

RAITRE, MESSAPI, 7.2.1986 - DOC. L. DI GIANNI 1985 con D'ANDRIA, PAGLIARA, CARLUCCIO - copyright ARCHIVIO CARLUCCIO (3)

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Il Museo della Maiolica di Laterza (MUMA)

In primo piano

A Ida

LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (1)

Alzata smaltata bicroma raffigurante una figura vescovile (Laterza, XVII-XVIII sec.).

LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (2)

Una vetrina del Museo, con una serie di anfore biansate, allestita in una sala del Palazzo Marchesale (2015).

LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (3)

Laterza, Palazzo Marchesale (25.3.2016).

LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (4)
LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (5)Gianni e Ida presso il bookshop del Museo; al centro i componenti della Cooperativa “Chiave di Volta”: Dott.ssa Domenica Bellini, Restauratrice Laura Galante e Dott. Nicola Zilio (Amministratore Unico). 
LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (7)

L’affascinante Gravina di Laterza fotografata l’1.5.2005.LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (8)

La Gravina di Laterza nei pressi del paese con il campanile della Chiesa di S. Lorenzo (1.5.2005).

LATERZA, MUMA foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (6)

Il campanile della Chiesa di S. Lorenzo con in primo piano il rilievo dell’Ecce Homo, fotografato nel giorno del Venerdì Santo (25.3.2016).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Trepuzzi, sulle tracce della Villa del Galateo e dell’iscrizione messapica da Vaste

In primo piano

* Al caro amico

Vittorio Zacchino

ed in memoria di mia madre,

Dott. Silvana Schipa,

nel giorno del suo onomastico

MEDAGLIA GALATEO, copyright VITTORIO ZACCHINO - ARCHIVIO CARLUCCIO

Medaglia commemorativa del Galateo, coniata in occasione della Cittadinanza Onoraria avuta a Napoli nel 1510, conservata presso i Musei Civici di Brescia (cortesia Prof. Vittorio Zacchino, copyright).

GALATEO, MODELLO PER UNA MEDAGLIA, 1540 ca

MEDAGLIA GALATEO, METROPOLITAN

Antonio De Ferrariis detto “Il Galateo”, “modello per una medaglia commemorativa, 1540 circa” (?) (New York, Metropolitan Museum of Art).

GALATEO, MEDAGLIA - SFONDO BLU

La stessa medaglia commemorativa in vendita in Francia a Lille.

TREPUZZI, VILLA GALATEO - copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (71)

Dal volume: Antonio De Ferrariis Galateo, Epistole Salentine, a cura di Michele Paone, Congedo Editore, Galatina 1974.

RITRATTO DEL GALATEO, FIRENZE 1710 - ARCHIVIO CARLUCCIO

Ritratto del Galateo dal De Angelis, “Vite dei Letterati Salentini”, Firenze 1710.

GALATONE, CASA NATALE GALATEO, copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (1)

Galatone (Lecce).

GALATONE, CASA NATALE GALATEO, copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (2)

Galatone, Santuario SS. Crocifisso (XVIII sec.).

GALATONE, LA CASA NATALE DEL GALATEO - ARCHIVIO CARLUCCIO

La casa natale del Galateo a Galatone (Lecce), da Giuseppe Gigli, Il Tallone d’Italia, Lecce e Dintorni, Bergamo 1911, Foto Lazzaretti.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

L’Ing. Gianni Carluccio Cittadino Onorario di Poggiardo-Vaste. La consegna della Pergamena, 31.1.2016

In primo piano

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (45)

L’Ing. Gianni Carluccio accanto al “suo” capitello messapico, nel giorno del conferimento della Cittadinanza Onoraria di Poggiardo-Vaste.

01 ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA DAL SINDACO DI POGGIARDO-VASTE, DR. GIUSEPPE COLAFATI, 31.1.2016

L’Ing. Gianni Carluccio con il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati, che gli ha appena consegnato la Pergamena con la Cittadinanza Onoraria (Foto Nico Guarini, 31.1.2016).

02 PERGAMENA CITTADINANZA ONORARIA COMUNE DI POGGIARDO ALL'ING. GIANNI CARLUCCIO, 31.1.2016

La pergamena con il conferimento della cittadinanza Onoraria all’Ing. Gianni Carluccio (foto Alice Caracciolo).

* Dove non meglio precisato (N.G. = Nico Guarini, A.C. = Alice Caracciolo, G.C. Gianni Carluccio), le foto sono di Elena Carluccio.

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (1)

La Sala “Renato Circolone” del Palazzo della Cultura di Poggiardo (foto Gianni Carluccio).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (2)

In prima fila, da sin.: l’On.le Giacinto Urso, il Magistrato Dott. Enrico Gustapane, il Segretario Generale della Provincia di Lecce, Dott. Giacomo Mazzeo, il Sindaco di Campi Salentina, Prof. Egidio Zacheo con la moglie, Prof.ssa Gabriella Mello (A.C.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (3)

L’On.le Giacinto Urso durante il suo prezioso intervento, con a fianco l’Ing. Gianni Carluccio ed il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati (A.C.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (4)

L’On.le Giacinto Urso con l’Ing. Gianni Carluccio, definito “un uomo di cultura memoriale” e “l’angelo di risurrezione”, in riferimento al lavoro fatto per Tito Schipa (N.G.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (5)

Il Prof. Egidio Zacheo, Sindaco di Campi Salentina, durante il suo gradito intervento con l’Ing. Gianni Carluccio ed il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati. “Il tratto fondamentale di Gianni è quello di fare le cose con un entusiasmo travolgente, contagioso; tenergli dietro non è facile”, ha detto l’amico Egidio.

04 CITT. ONORARIA ING. GIANNI CARLUCCIO, ART. GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, 2.2.2016

La Gazzetta del Mezzogiorno, 2.2.2016.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

L’Ing. Gianni Carluccio Cittadino Onorario di Poggiardo-Vaste, dopo l’On.le Prof. Aldo Moro e l’Astronauta Ing. Paolo Nespoli

In primo piano

L’Ing. Gianni Carluccio con l’amico Astronauta Ing. Paolo Nespoli (Vaste, 16.7.2012).

L’On.le Prof. Aldo Moro, Presidente del Consiglio dei Ministri inaugura il Museo degli Affreschi Bizantini di Poggiardo, 12.6.1975. Nella stessa data riceve la Cittadinanza Onoraria dal Sindaco Raffaele Pascarito e dal Consiglio Comunale di Poggiardo.

Nella foto da sin.: Maresciallo Oreste Leonardi (ucciso nell’agguato di Via Fani a Roma), On.le Aldo Moro, On.le Francesco Rausa (amico personale di Aldo Moro e già Sindaco di Poggiardo), Sig. Domenico De Santis (Comandante dei Vigili Urbani di Poggiardo), Sindaco Avv. Raffaele Pascarito (seminascosto), Prof. Egidio Grasso (Presidente della Provincia di Lecce).

Mercoledì 30 Dicembre 2015, su proposta del Sindaco, Dott. Giuseppe Colafati e della Giunta Municipale di Poggiardo, in segno di stima e apprezzamento per il notevole apporto offerto alla valorizzazione dei beni culturali e archeologici di Poggiardo e Vaste, nel corso della sua attività culturale e scientifica, il Consiglio Comunale di Poggiardo ha conferito la Cittadinanza Onoraria all’Ing. Gianni Carluccio, nato a Lecce il 2 aprile 1952.

Precedentemente all’Ing. Carluccio la Cittadinanza Onoraria era stata conferita il 12 Giugno 1975 all’On.le Prof. Aldo Moro, Presidente del Consiglio dei Ministri e il 17 luglio 2012 all’Astronauta Ing. Paolo Nespoli, che così scrive sul sito dell’Ing. Carluccio dopo una videoconferenza "Lecce-Houston":

"Carissimo Gianni, ho visto con piacere le foto che hai riportato sul tuo sito web http://www.giannicarluccio.it/ Come sempre, ti riconosco passione e professionalità in tutto ciò che fai, sempre proteso alla divulgazione della cultura e dell’identità salentina, terra straordinaria per i suoi sapori, i suoi colori e lo spirito dell’accoglienza che tante volte ho avuto modo di godere in tanti anni di frequentazione. La concessione della cittadinanza onoraria di Casarano prima e, recentemente di Poggiardo, ha suggellato poi in modo indelebile il mio rapporto di affetto con tutti Voi salentini. Un saluto ed un abbraccio a tutti, Paolo".

L’Astronauta Ing. Paolo Nespoli tra l’amico metereologo dell’A.S.I. Gino Merico e l’Ing. Gianni Carluccio nella Piazza di Vaste (16.7.2012).

L’Ing. Gianni Carluccio sulla Torre di Vaste (8.9.2006).

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 30.12.2015 (Art. Nicola De Paulis).

La Gazzetta del Mezzogiorno, 30.12.2015 (Art. Salvatore Ciriolo).

TRNEWS TELERAMA, 30.12.2015 (Direttore Giuseppe Vernaleone).

 

Domenica 31 Gennaio 2016, alle ore 10, presso il Palazzo della Cultura di Poggiardo (Piazza Umberto I), il Dott. Giuseppe Colafati, Sindaco di Poggiardo a nome del Consiglio Comunale, consegnerà all’Ing. Gianni Carluccio la pergamena con il conferimento della Cittadinanza Onoraria.

Seguirà una relazione da parte dell’Ing. Carluccio, con proiezione di numerose immagini sul territorio di Poggiardo e Vaste. Al termine (ore 12 circa) nelle stesse Sale del Palazzo della Cultura sarà possibile visitare una Mostra sull’Ipogeo delle Cariatidi di Vaste, curata da Gianni Carluccio e Marcello Seclì per Italia Nostra. Seguirà un aperitivo offerto dal neo Cittadino Onorario.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

VASTE, 19.12.2015 INAUGURAZIONE MUSEO DELLA CIVILTA’ MESSAPICA

In primo piano

Grazie al bravissimo fotografo Paolo Laku ed al sito di Repubblica.it, abbiamo un bellissimo ricordo dell’inaugurazione del Museo di Vaste nel "selfie" del Governatore della Puglia Dott. Michele Emiliano. Sono le 17.30 di Sabato 19 Dicembre 2015.

Vaste (Lecce). Inaugurazione del Museo della Civiltà Messapica, Sabato 19 Dicembre 2015. Il Sindaco di Poggiardo Dott. Giuseppe Colafati.

 

QUESTO PER ME E’ IL PIU’ BEL REGALO DI NATALE !

GRAZIE AL SINDACO GIUSEPPE COLAFATI, A TUTTI GLI AMMINISTRATORI E CONSIGLIERI COMUNALI.

 

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

TITO SCHIPA, 50° anniversario della scomparsa

In primo piano

 

Tito Schipa nel 1918 in un’immagine del fotografo della Casa Reale di Madrid, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 16 Dicembre 2015 ricorre il 50° anniversario della scomparsa di Tito Schipa, avvenuta a New York.

Tito Schipa nel Werther in Sud America nel 1919, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Tito Schipa come De Grieux in Manon. Foto Lumiere New York 1922, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 28 Febbraio del 1927 a San Francisco, dopo una memorabile recita davanti a 7.000 persone, Tito Schipa viene proclamato dalla critica il più grande cantante al mondo.

Luigi Stefano Cannelli per l’Associazione Culturale "Tito Schipa" nel cinquantesimo della scomparsa dell’Usignolo di Lecce."

 

* Sono programmati una serie di eventi, soprattutto nella sua Città natale, Lecce, che verranno qui di seguito elencati in ordine cronologico.

Inoltre il tenore leccese verrà ricordato a Roma, nell’ambito della Mostra su Caterina Boratto, curata dalla figlia Marina Ceratto con il marito Fabio Sposini; il destino ha voluto che l’inaugurazione della Mostra sia programmata proprio per il 16 Dicembre 2015 (invito e immagini in coda a quest’articolo).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio Schipa-Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso del Responsabile, Ing. Gianni Carluccio.

Continua a leggere

STERNATIA, MOKAMBO con GIANNI e ROCCO DE SANTIS

In primo piano

 

Sternatia, "Mokambo", 17.9.2009. Gianni Carluccio tra Gianni e Rocco De Santis e Maurizio Nocera nel corso di un’indimenticabile serata.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio Schipa-Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso del Responsabile, Ing. Gianni Carluccio.

Continua a leggere

TITO SCHIPA, UN LECCESE DEL MONDO – SANTA CESAREA TERME, 30.8.2015

In primo piano

 

COMUNICATO STAMPA

Domenica 30 Agosto 2015, organizzata da Terme di Santa Cesarea – Albergo Palazzo, l’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa e parente del celebre tenore leccese, terrà una Conferenza dal titolo: "Tito Schipa, un leccese del mondo". L’evento avrà inizio alle ore 21 presso l’Albergo Palazzo di Santa Cesarea Terme, dove esattamente 57 anni prima, il 30 Agosto 1958, si era esibito Tito Schipa. L’iniziativa rientra nelle celebrazioni per il 50º anniversario della scomparsa del tenore leccese, avvenuta il 16 Dicembre 1965 a New York.
Nel corso della Conferenza l’Ing. Carluccio proietterà per la prima volta alcuni fotogrammi tratti da un prezioso film girato da Tito Schipa nel Salento ed in particolare a Santa Cesarea Terme nell’ottobre del 1931, quando, a bordo di una potente e bellissima Jaguar, si recò a Santa Cesarea, ospite della famiglia Sticchi nella bellissima Villa.

 

La Terrazza dell’Albergo Palazzo di Santa Cesarea Terme il 30.8.2015 (dove esattamente 57 anni prima aveva cantato Tito Schipa), durante la Conferenza dell’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa.

Gianni Carluccio con Alessandra Pizzi.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ricordo del Prof. Cosimo Pagliara – “Poesia di un culto antico”

In primo piano

A Lina,
Marco, Andrea e Irene

 

Il Prof. Cosimo Pagliara con l’amico Ing. Gianni Carluccio; sullo sfondo uno dei calchi delle pareti della Grotta della Poesia Piccola a Rocavecchia, con i graffiti in lingua messapica e latina (Università del Salento, 8 Giugno 2007).

 

Mercoledì 12 Agosto 2015, presso la sua residenza leccese, ci ha lasciato il Prof. Cosimo Pagliara. In tanti hanno espresso un messaggio di cordoglio alla famiglia dell’illustre docente salentino, e sono giunte anche le parole del rettore dell’ateneo leccese, Prof. Vincenzo Zara: “È scomparso purtroppo il Professor Cosimo Pagliara, tra i fondatori del Dipartimento e della Facoltà di Beni culturali della nostra Università. Fu promotore di numerose rilevanti iniziative di ricerca, tra le quali la scoperta della Grotta della Poesia a Roca Vecchia e la scoperta e lo scavo del sito protostorico di Roca, di cui ha diretto per molti anni le indagini archeologiche. L’Università e il territorio devono molto a questo collega docente e abile e appassionato ricercatore, che seppe lavorare collegando proficuamente le strutture accademiche e quelle di altri enti territoriali e di ricerca”.

Io ero profondamente legato all’amico "Mimmo", che ho conosciuto nel lontano 1964, quando avevo 12 anni! Tantissimi sono i ricordi, che comincio a pubblicare su questo sito. Ciao Mimmo…

Lecce, 12 Agosto 2015
Ing. Gianni Carluccio

L’Ing. Gianni Carluccio con il Prof. Cosimo Pagliara.

Purtroppo è l’ultima foto con il caro Mimmo, fatta nel giorno di una sua importante Relazione al Convegno "Roca nel Mediterraneo, l’età delle prime navigazioni commerciali", tenuto presso il Castello di Acaya, dove era anche presente la stupenda Mostra: "Roca nel Mediterraneo" (6 Luglio 2013).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Comm. Antonio Carluccio, Centenario della nascita 13.7.1915 – 13.7.2015

In primo piano

A mia sorella Antonella,
alle mie figlie Elena e Arianna,
alle mie nipotine Alice e Martina

Comm. Antonio Carluccio (Vaste, 13.7.1915 – Lecce, 28.3.1995)

In occasione del Centenario della nascita di mio padre, mi fa piacere pubblicare alcune immagini dell’Archivio di Famiglia. Ciao papà…

Antonio Carluccio a 52 anni.

Alcune immagini dell’album di famiglia.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Elena, Tecnico di Restauro in Beni Culturali. I.V.B.C. Venezia 3.7.2015

In primo piano

 

Elena, già Laureata in Storia dell’Arte, ha conseguito oggi, presso il prestigioso Istituto Veneto per i Beni Culturali, il Diploma di tecnico del Restauro in Beni Culturali. Auguri Elena.

Venezia, 3 Luglio 2015

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Addio a Tonino Cassiano

In primo piano

Tonino Cassiano fotografato da Gianni Carluccio. Lecce, Museo Provinciale (22.12.2011).

Tonino Cassiano (14.7.2012).

Lecce, Museo Provinciale. Tonino Cassiano con l’amico Gianni Carluccio posano vicino alla Cariatide di Vaste (22.12.2011).

Lecce, Museo Provinciale. Da sin. Ida Blattmann D’Amelj, Anna Lucia Tempesta, Tonino Cassiano, Brizia Minerva, Regina Poso e Gianni Carluccio (22.12.2011).

Campi Salentina, Città del libro. Tonino Cassiano con gli amici Gianni Carluccio e Ida Blattmann D’Amelj (28.11.2010).

 

Oggi 1 Luglio 2015, qualche giorno prima del compimento dei 70 anni, l’amico carissimo Tonino Cassiano, che conoscevo da 40 anni, ci ha lasciato e con lui si è improvvisamente fermato il motore della Cultura Salentina. 

Addio Tonino ! Gianni Carluccio

Qui di seguito il mio ricordo fotografico.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Kalos, un giorno nella storia

In primo piano

 

Visita Guidata dell’I.I.S.S. "E. Fermi" di Lecce, da me fortemente voluta…, a Kalos, il più grande Parco di Archeologia Sperimentale d’Italia, realizzato e diretto dal Dott. Alessandro Quarta, Archeologo.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Torna con un triplo dvd “ORFEO 9” il film-capolavoro di Tito Schipa Jr. (www.orfeo9.it)

In primo piano

Due immagini del film "Orfeo 9" con Tito Schipa Jr., Eva Axen e Renato Zero.

Tito Schipa Jr. in Orfeo 9 (1973).

 

È uno dei capitoli più belli della storia della musica rock-progressive italiana: Orfeo 9, l’opera scritta e interpretata all’epoca da Tito Schipa Jr, fu un grande successo degli anni Settanta, rappresentata al Teatro Sistina di Roma e, in seguito, visibile grazie alla trasposizione cinematografica, che ha suscitato scalpore e ammirazione.
Oggetto di studi e di tesi di laurea ancor oggi, richiestissimo per anni da una moltitudine di ammiratori, esce finalmente in un prezioso cofanetto dvd interamente autoprodotto dall’Associazione Culturale Tito Schipa, contenente il film in versione totalmente restaurata, in 1000 copie numerate, con molti materiali inediti e originali, e per il momento in vendita solo nel web.
A volere fortemente il dvd non un grande produttore, ma un giovane artista poliedrico, cantante, attore, regista e sceneggiatore, ma in questo caso soprattutto cultore del musical e della musica rock, Ermanno Manzetti.
E.M. Lavorare a questo dvd ha segnato gli ultimi dieci anni della mia vita. Nel libretto interno sono ben spiegate le vicissitudini che hanno portato l’Ermanno del 2005 a diventare quello del 2015. Sono cresciuto con lui e questo lavoro ha segnato uno spartiacque fra la mia vita di prima e l’attuale. Mi sono dedicato al progetto come se fosse una cosa mia, cercando di restituire allo spettatore il viaggio totale che io per primo ho compiuto nell’opera. Ormai mi sento come se sul palco del Sistina, nel gennaio del 1970, ci fossi stato anch’io.
Il fatto che anche l’Italia abbia una sua opera rock, un musical parte del grande movimento storico degli anni Settanta, è per molti giovani una piacevole scoperta.
E.M. Sono cresciuto a pane e musical, e l’idea che esistesse un’opera rock italiana paragonabile a “Jesus Christ Superstar” era assolutamente inconcepibile. Ma è stata lei ad insistere per bussare alla mia porta, ed è diventata una pianta rampicante nella mia anima. Musiche di quel livello, nuovissime ancora adesso, testi di quella profondità e poesia… Chi scrive più così? La genialità e la profondità di Tito Schipa Jr. mi hanno segnato profondamente, e da lui ho imparato molto. Orfeo 9 non ha perso un grammo della sua forza, e di forza continua a darne a me ogni giorno.
Non si può, infatti, non pensare alle bellissime e elaborate musiche dello score, ancora attualissime, che perfettamente si adattano alle voci di quelle che erano, in quegli anni, alcune giovani e sconosciute promesse della musica leggera, fra cui Loredana Bertè, Renato Zero e Tullio De Piscopo. Il direttore d’orchestra, poi, era quello stesso Bill Conti che dieci anni dopo vinse un Oscar per The Right Stuff (Uomini veri).
Il cofanetto è presentato ufficialmente al pubblico e alla stampa giovedì 23 aprile 2015 dalle 18 nella storica sala romana Azzurro Scipioni, che tuttora programma la proiezione di Orfeo 9 tutti gli ultimi venerdì del mese, in perpetuo, essendo stato inserito da Silvano Agosti, direttore artistico della sala, tra le migliori 350 pellicole prodotte nella storia del cinema.
Presenti alcuni elementi del cast storico, da Tito Schipa Jr. al produttore Mario Orfini, passando per l’attore e doppiatore Edoardo Nevola, Lino Vairetti, storico frontman degli Osanna, e – ovviamente – Ermanno Manzetti, ma anche Luciano Regoli, che annuncerà il riallestimento dell’opera previsto in autunno. Gli interpreti vecchi e nuovi accenneranno anche qualche tema dell’opera, accompagnati al pianoforte da Luis Gabriel Chami.
* Tutte le immagini, ove non meglio specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Le Cesine, mon amour

In primo piano

Ad Antonio Canu,
Responsabile Nazionale
Oasi WWF-Italia,
amico ritrovato

Alcuni straordinari scatti dell’Ing. Gianni Carluccio.

In questo caso si tratta di Garzette.

Un Airone cenerino si posa nella palude.

L’Airone Bianco maggiore e una Garzetta.

Una Sgarza ciuffetto.

Falco di Palude.

Garzette in volo nei pressi della Masseria Cesine.

 

Le Cesine, primo amore… che ritorna, assieme a vecchi, indimenticabili e preziosi ricordi…

Le foto (copyright Ing. Gianni Carluccio) sono relative ai mesi di Aprile e Maggio 2015.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ove fioriva l’Olivo…

In primo piano

Giuggianello, olivo secolare.

(foto copyright Ing. Gianni Carluccio, segnalazione Prof. Vincenzo Ruggeri).

QUESTO ESTERREFATTO VECCHIETTO SALENTINO E QUESTA RAGAZZA PIANGENTE SONO LE IMMAGINI DELLA VERGOGNA CHE DEVE PROVARE PIU’ DI QUALCUNO !!!

Grazie a Valerio Saracino per aver saputo cogliere queste tristi immagini, che non avremmo mai voluto vedere!

Tutte le immagini che seguono sono tratte dalla mia Conferenza: "Il Paesaggio dell’Ulivo", tenuta per i Soci dell’Associazione Nazionale Educatori Benemeriti (A.N.E.B.) il 30 Ottobre 2012 a Lecce (350 immagini). Una simile Conferenza l’avevo tenuta preso la "Casa dell’Olivo – Oleoteca d’Italia" di Leverano il 7 Agosto 2010.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Torre Guaceto, il fascino della palude

In primo piano

 

Torre Guaceto (BR) è Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta, nonché Oasi del WWF-Italia.

* Le foto sono state scattate nei giorni 11 e 12 Aprile 2015 dall’Ing. Gianni Carluccio, già Vice-Responsabile dell’Oasi del WWF "Le Cesine" (Lecce).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Gianni Carluccio, 63°

In primo piano

 

I graditi Auguri dal Venezuela di Ingrid Straziota Schipa, con il marito Juan. Grazie!!!

Le Cesine, 1 Aprile 2015. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Le Cesine, Upupa. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio, 1 Aprile 2015.

Salina di Torre Colimena, 2 Aprile 2015. Cavaliere d’Italia. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Fenicottero rosa.

Torre Colimena. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio, 2 Aprile 2015.

Gianni Carluccio, 63°.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

 

Ciao nonno Guglielmo

In primo piano

 

Guglielmo Blattmann D’Amelj            * 24.XI.1919     † 29.III.2015

Medico insigne, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Torre di Belloluogo (Lecce), Apertura F.A.I. 22.3.2015

In primo piano

dedicato a Giacomo Mazzeo

Elena Carluccio

e Patrizia Erroi

 

La Prof. Ida Blattmann D’Amelj con le sue alunne ed alunni del Liceo Classico "Virgilio" di Lecce (Dirigente Prof.ssa Filomena Giannelli), all’interno del vano al piano terra della Torre di Belloluogo. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio, Lecce 22 Marzo 2015.

Un’allieva del Liceo Classico Virgilio pronta ad illustrare i bellissimi affreschi presenti all’interno della piccola cappella al piano nobile della Torre di Belloluogo.

Lecce. La Torre di Belloluogo, di età angioina, in occasione dell’apertura con il F.A.I. copyright Ing. Gianni Carluccio.

La Capo Delegazione del F.A.I. di Lecce, Prof.ssa Rossella Galante Arditi di Castelvetere, con la Prof.ssa Ida Blattmann D’Amelj, docente di Storia dell’Arte presso il Liceo Classico "Virgilio di Lecce" e componente della Delegazione F.A.I. di Lecce, all’apertura della Torre di Belloluogo. Lecce, domenica 22 Marzo 2015, foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Eccezionali immagini dell’eclissi di sole nel Salento. 20.3.2015

In primo piano

Lecce, Venerdì 20 Marzo 2015, ore 10.27. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio. 

Lecce, Venerdì 20.3.2015, ore 11.34. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

* A mia madre, Silvana Schipa, nel secondo anniversario della scomparsa. 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Gianfranco Scrimieri addio !

In primo piano

 

Gianfranco Scrimieri con Gianni Carluccio. Gallipoli 15 Giugno 2007.

Gianfranco Scrimieri con Gianni Carluccio. Lecce, casa Carluccio 16 Marzo 2011.

 

Il nostro caro bravissimo ed indimenticabile Gianfranco Scrimieri ci ha lasciato… (25.7.1941 – 7.3.2015).

Addio Gianfranco, ti vorremo sempre bene e sarai sempre vicino a noi, nel nostro lavoro. Tuo Gianni

Lecce 7.3.2015

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Arianna Carluccio, Dottoressa in Psicologia – Padova 18.2.2015

In primo piano

Arianna Carluccio ha discusso oggi, Mercoledì 18 Febbraio 2015, presso l’Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione, Corso di Laurea in Discipline della Ricerca Psicologico Sociale, Relatrice Prof.ssa Chiara Meneghetti, una tesi dal titolo: "Apprendimento di descrizioni di ambienti in prospettiva survey e route: Quale relazione con strategie, stili ed abilità spaziali?", ricevendo dalla Commissione esaminatrice il massimo dei voti e la lode. Giovedì 26.2.2015 ore 12.10 l’attesa Proclamazione, per la gioia di mamma, papà ed Elena, che saranno presenti. Auguri alla neo-Dottoressa.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

SAN VALENTINO

In primo piano

 

In ricordo di mamma e papà…

"Amore è un faro sempre fisso, che sovrasta la tempesta e non vacilla mai" (William Shakespeare).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

La scoperta della Grotta dei Cervi a Porto Badisco (LE), 45 anni fa: 1° Febbraio 1970

In primo piano

 

Porto Badisco, Grotta dei Cervi. Protome antropomorfa (VI-IV millennio a.C.). Taranto Museo Archeologico Nazionale. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio con il permesso della Soprintendenza Archeologica della Puglia.

La costa ionica salentina nei pressi di Porto Badisco.

Porto Badisco all’epoca della scoperta della Grotta dei Cervi (1 febbraio 1970). Collezione Ing. Gianni Carluccio, copyright.

Porto Badisco, Grotta dei Cervi – 4 Agosto 1981. Visita guidata, con il permesso della Soprintendenza Archeologica della Puglia, delle studentesse partecipanti allo scavo archeologico di Otranto ad opera dell’Università del Salento. Si riconoscono l’Ing. Gianni Carluccio (in uno dei giorni più belli della sua vita…) tra i Proff. Francesco D’Andria e Cosimo Pagliara e le studentesse (da sin. a dx): ?, Gabriella Russo, Elsa Martinelli (coperta dal cappellino), Gloria Zezza, Ida Blattmann D’Amelj, Margherita Prisco, Gabriella Miccoli, Luciana De Riccardis, Ida De Bernart e Grazia Semeraro.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Alberto Angela, benvenuto a Lecce

In primo piano

Il Volume "I tre giorni di Pompei" (Ed. Rizzoli, Rai-Eri, 2014) di Alberto Angela con dedica a Gianni Carluccio: "Ave Gianni Carluccio. Benvenuto tra i segreti di Pompei ! Alberto Angela", Lecce 14.1.2015.

 

Gianni Carluccio con Alberto Angela, Lecce 14.1.2015.

Il saggio "Archeologia e Ambiente" di Gianni Carluccio, pubblicato nell’ambito del Volume "Salento Meraviglioso", Ed. del Grifo, Lecce 2003, con la lettera di accompagnamento indirizzata a Piero Angela, datata 15.12.2003.

La copertina del Volume "Salento Meraviglioso", Ed. del Grifo, Lecce 2003.

 

* Grande emozione per me oggi a Lecce nel conoscere il bravissimo giornalista Dott. Alberto Angela, che assieme al padre il "grande" Piero (mio ex collega) sono (senza dubbio da parte mia) i più bravi ed intelligenti giornalisti italiani !

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Felice 2015 da Gianni Carluccio con uno scritto del Prof. Maurizio Nocera

In primo piano

 

Questa immagine del luogo della tragedia navale che si è consumata a partire da domenica 28.12.2014 è dedicata a tutti i naufraghi, alle loro famiglie ed a tutti coloro che hanno permesso che non avesse conseguenze catastrofiche (G.C.).

Assieme agli Auguri per un Felice 2015, ricevo oggi dal caro amico, Prof. Maurizio Nocera, un prezioso scritto-‘regalo’, che mi riguarda personalmente e che completa quello già comparso su questo sito, come commento ad un mio articolo su Capri.

Sono dunque molto grato al Prof. Maurizio Nocera ed al caro amico Dott. Lorenzo Capone, autore delle prime nove foto che mi riguardano.

Colgo l’occasione per augurare un Felice 2015 a tutti i frequentatori del sito.

Lecce, 1 Gennaio 2015

Ing. Gianni Carluccio

 

Gianni Carluccio con Maurizio Nocera.

Gianni Carluccio con Lorenzo Capone.

 

* Tranne le prime nove immagini, che appartengono all’Archivio del caro amico Editore Dott. Lorenzo Capone, che ringrazio, tutte le altre immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Neve a Lecce, 31.XII.2014

In primo piano

Tra gli ulivi di Copertino (Lecce).

 

Lecce, Rudiae 31.XII.2014, ore 9.45.

Lecce, due immagini dalle verande di casa.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Natale 2014 in Carrozza…

In primo piano

 

La Carrozza, Natale 2014.

Il "Film" prodotto dalla Capone Editore in occasione del Natale 2014 con Lorenzo Capone, Gianni Carluccio, Maurizio Nocera e Mario Cazzato … (La Carrozza, Natale 2014).

La recensione a "La Carrozza" comparsa sul NUOVO QUOTIDIANO DI PUGLIA – LECCE del 24.XII.2014.

* Nella vignetta in basso compare il mio caro amico Fernando Scarpa, eccellente calciatore leccese, che spesso si è esibito allo Stadio San Paolo di Napoli, quando giocava nel Sorrento di Achille Lauro.

La simpatica vignetta relativa all’Ing. Gianni Carluccio comparsa su "La Carrozza" del Natale 2012.

Conferenza “Torre di Belloluogo e Torre del Parco a Lecce”, Ing. Gianni Carluccio – Università Popolare Aldo Vallone – Galatina

In primo piano

 

Si è tenuta Venerdì 19 Dicembre 2014, presso la Sala Conferenze dell’Università Popolare "Aldo Vallone" di Galatina una Conferenza dell’Ing. Gianni Carluccio, con proiezione di 337 diapositive, dal titolo "La Torre di Belloluogo e la Torre del Parco a Lecce". L’Ing. Carluccio è stato presentato dal Prof. Maurizio Nocera.

* Il video della Conferenza (con il titolo errato "La passione della fotografia"…), della durata di un’ora, è disponibile sul sito www.unigalatina.it .

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Premio Scòla Federiciana 2014 alla memoria di Tito Schipa

In primo piano

 

Tra gli ospiti anche l’ex Ministro dei Beni Culturali Dott. Massimo Bray, che verrà premiato assieme al Maestro Tito Schipa Jr. ed all’Ingegnere Gianni Carluccio.

La Gazzetta del Mezzogiorno, Domenica 14.XII.2014 (Lecce, XX).

L’Ing. Gianni Carluccio riceve il premio dal Sindaco di Cavallino, Avv. Michele Lombardi (foto cortesia Nico Guarini).

Foto ricordo con  Tito Schipa Jr., Gianni Carluccio e Guido Maria Ferilli, autore della famosa canzone "Un amore così grande" (foto cortesia Nico Guarini). 

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Torre di Belloluogo, Torre del Parco e Castello Carlo V a Lecce

In primo piano

Lecce, Torre di Belloluogo (XIV sec.). Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Lecce, Torre del Parco (XV sec.). Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Lecce, Castello Carlo V (XVI sec.). Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, Mercoledì 19.XI.2014 (Dino LEVANTE).

NUOVO QUOTIDIANO DI PUGLIA, Cultura & Spettacoli, p. 29

Giovedì 20 .XI.2014 (Nicola De Paulis).

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, Lecce XVI, Vivi la città – Govedì 20.XI.2014.

La Conferenza dell’Ing. Gianni Carluccio, tenuta alla Torre del Parco di Lecce, nei titoli del TG di TELESALENTO e del TRNEWS di TELERAMA, diretto dal Dott. Giuseppe Vernaleone, del 22.XI.2014 (il testo del comunicato, assieme al video è presente sul sito di TrNews, il video anche su You-Tube).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Il Museo “Giulio Pagliano” di Martano

In primo piano

 

L’8 Novembre 2014, presso il Monastero di Santa Maria della Consolazione dei Padri Cistercensi di Martano, è stato presentato il Volume: Il Museo "Giulio Pagliano" di Martano, a cura di Ilderosa Laudisa (foto di Pierluigi Bolognini, Edizioni Grifo, Lecce 2014). Autori, oltre alla curatrice del Volume: Michele Afferri, Ida Blattmann D’Amelj, Brizia Minerva, Elio Pindinelli ed Anna Lucia Tempesta.

 

* Tutte le immagini, ove non altrimenti specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Matera, o cara

In primo piano

Alla cara Alexia,

che studia Architettura a Matera

Matera, Martedì 23 Giugno 1981. Il Sasso Caveoso , con il cosiddetto “Monterrone”. Panorama (dal Belvedere nei pressi di Palazzo Lanfranchi) verso la Chiesa della Madonna dell’Idris e la Chiesa rupestre di San Giovanni in Monterrone (X-XI sec.); la particolare conformazione della roccia, con la croce sopra, ricorda, nell’immaginario collettivo, il Calvario. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Matera, 23 Giugno 1981. Panorama dal Sasso Caveoso con la gravina e l’omonimo torrente. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Matera, 23 Giugno 1981. La Chiesa di San Pietro Caveoso (in basso) e la Chiesa rupestre della Madonna dell’Idris (in alto), visti dal Belvedere nei pressi di Piazza Duomo. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Matera, un suggestivo particolare del Sasso Barisano, lungo Via Fiorentini, visto dalla terrazza panoramica del Duomo, Martedì 23 Giugno 1981 e un’immagine ripresa Domenica 3 Maggio 2015, con la stessa inquadratura, dopo quasi 34 anni… Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

In occasione della designazione di Matera quale Capitale Europea della Cultura per il 2019, mi fa piacere rispolverare alcune vecchie diapositive dal mio Archivio.

L’emozione della prima volta ed il mio primo contatto “fotografico” con l’incantevole Matera (24 diapositive) è avvenuto Martedì 23 Giugno 1981; ero in compagnia del Prof. Aldo Siciliano, docente di numismatica presso l’Università di Lecce, che doveva schedare un’importante collezione di monete presso il Palazzo Malvinni Malvezzi della Provincia di Matera, situato in Piazza Duomo. Parcheggiata la mia nuova Fiat 131 diesel in Piazza Duomo, mi recai al Museo Archeologico “Ridola” e poi, partendo da Palazzo Lanfranchi, due scugnizzi mi accompagnarono in giro per i Sassi. Qualche anno dopo, nel 1987 ho condotto in visita guidata nel cuore dei “Sassi” e poi al Lago di San Giuliano i miei alunni dell’I.T.I.S. “E. Mattei di Maglie”. Gli ultimi due contatti il 28 Maggio 2000 (dopo una memorabile visita alla cava di Altamura, con le orme dei dinosauri) ed il 24 febbraio del 2004, sempre in compagnia di cari amici.

Lecce, 23.X.2014

Ing. Gianni Carluccio

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Targa Città di Lecce, Assessorato alla Cultura, all’Ing. Gianni Carluccio

In primo piano

Nuovo Quotidiano di Puglia, 13.X.2014, Cronaca di Lecce, p.13.

L’Avv. Eraldo Martucci, Vice-Presidente dell’I.C.O. Tito Schipa; l’Avv. Luigi Coclite, Assessore alla Cultura della Città di Lecce e l’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa (Lecce, Parco Belloluogo, domenica 12 Ottobre 2014).

L’Ing. Gianni Carluccio con la Targa ricevuta dall’Assessore alla Cultura della Città di Lecce, Avv. Luigi Coclite.

Il Quartetto d’archi "Florilegium" con Ivo e Danilo Mattioli, Ennio Coluccia e Tiziana Di Giuseppe mentre esegue brani di Mozart al parco di Belloluogo.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Fenicotteri rosa nel Salento

In primo piano

Alla mia bravissima Elena,

compagna d’avventura in questo mondo magico.

 

Ancora straordinarie immagini di fenicotteri rosa nella Salina Vecchia di Torre Colimena (domenica 28 Settembre 2014).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Il Castello di Gallipoli

In primo piano

 

Il Castello Aragonese di Gallipoli con in primo piano il Rivellino.

Uno dei pannelli didattici in mostra, con la stupenda "Mappa della Città di Gallipoli" di Piri Reis (primi del ‘500). Nella mappa compare anche la rappresentazione della città di Nardò.

La Torre di Nord-Ovest con in primo piano la sede dell’ex Mercato Ittico.

Gallipoli, il seno della Purità con le fortificazioni cinquecentesche.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Gallipoli, Punta della Suina e Lido Pizzo con i coloratissimi Gruccioni

In primo piano

  

a Gianni Morandi,

frequentatore e amante di questi luoghi.

 

Gallipoli, il centro storico visto da Punta della Suina, domenica 7 Settembre 2014.

Gallipoli, Punta della Suina.

Gallipoli, Lido Pizzo.

Gallipoli, Punta Pizzo, Gruccioni in volo di migrazione.

 

Domenica 7 Settembre 2014, durante una bella passeggiata alla scoperta dei lidi di Gallipoli, nell’ambito del Parco Naturale Regionale "Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo", innumerevoli e coloratissimi Gruccioni, in volo di migrazione, hanno allietato il nostro cammino, proprio nei pressi della stradina che conduce alla Masseria di Torre Pizzo, nei pressi dell’omonima torre circolare.

Gianni Carluccio 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Castro perla del Salento. Dalle mura messapiche al santuario di Atena, dal porto di Enea, dalle acque cristalline, alle meravigliose grotte, per concludere a pranzo “Da Amedeo”

In primo piano

 

Castro (Lecce). Il centro storico con il Castello Aragonese.

Castro. Il porto di Enea ricordato da Virgilio, che probabilmente, data la perfetta descrizione, era stato sul posto o aveva ripreso le indicazioni dagli Annales di Quinto Ennio, che certamente, da buon Salentino, conosceva questi luoghi.

Castro, Ristorante "Da Amedeo": linguine allo scoglio.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

BARCELLONA – COSTA AZZURRA 2014 (Boscolo 5)

In primo piano

 

Mi fa piacere pubblicare alcune immagini (poco più di 100) delle 5.000 scattate durante un bellissimo viaggio (il 5° consecutivo con la "Boscolo") a Barcellona, attraverso la Costa Azzurra. Logicamente non può mancare il ricordo del grande Tito Schipa, dovunque si vada…

Gianni Carluccio.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Santa Cesarea Terme, la magia degli “Archi”

In primo piano

 

Santa Cesarea Terme; gli "Archi" di notte immersi in un’atmosfera fiabesca…

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ravello, mon amour

In primo piano

Ravello è uno dei luoghi più incantevoli al mondo, sembra di essere nel Paradiso terrestre. Io ci sono stato la prima volta, in compagnia del mio amico musicista Stefano Colosimo, alla metà degli anni ’70, quando ero studente d’Ingegneria a Napoli; poi ci sono ritornato varie volte con la mia famiglia al completo e con mia moglie Ida ed è sempre una grande suggestione…

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Tornava una rondine al nido…

In primo piano

Vaste (Poggiardo, Lecce), Piazza Dante.

Poggiardo, nido di rondini (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Vaste, Via Principessa Maria Josè.

Vaste, nido di rondini in Piazza Dante (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Vaste, nido di rondini.

Da qualche anno a questa parte, durante il soggiorno estivo nell’amata Vaste, mi aspettano le rondini ed è una grande festa fotografica, Guardate !

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

La grande festa per i 35 anni del QUOTIDIANO di LECCE

In primo piano

 

Lecce, Chiostro dei Domenicani, Venerdì 6 Giugno 2014. Il discorso del Direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia Dott. Claudio Scamardella.

Foto ricordo dell’Ing. Gianni Carluccio con la moglie Prof.ssa Ida Blattmann D’Amelj.

Il ‘selfie’ del caro amico Antonio Maggio, Vincitore di Sanremo, con Ida e Gianni all’ingresso del Convento dei Domenicani.

 

* Tutte le immagini, se non diversamente specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Auguri al Prof. Mario Marti per i suoi 100 anni

In primo piano

Il Prof. Marti con l’Ing. Gianni Carluccio a Soleto (città natale del Professore) nel 2005. Il Prof. Mario Marti ha compiuto 100 anni oggi 19 Maggio 2014. AUGURI !!!! 

I festeggiamenti per i 100 anni del prof. Mario Marti nella Sala Consiliare del Comune di Lecce (17.5.2014).

Continua a leggere

Il ritrovamento della Pagella Scolastica di Tito Schipa in 5a Elementare a Lecce, 111 anni fa…

In primo piano

Tito Schipa (indicato con l’asterisco) nella 3a Classe Elementare a Lecce (1900 circa). Tra i Maestri, sulla destra, si riconosce il Direttore della Scuola di Canto, Giovanni Albani. Foto copyright Archivio Schipa – Carluccio.

L’Istituto Scolastico di Lecce, oggi Scuola Elementare "Cesare Battisti", frequentato da Tito Schipa a cavallo fra ‘800 e ‘900 (cortesia Archivio Dott. Aduino Sabato, copyright).

La copertina del Registro giornaliero della 5a Classe Elementare, frequentata da Tito Schipa, appartenuto al Maestro Tommaso Briamo (a.s. 1902-1903). Foto Ing. Gianni Carluccio, copyright – per cortesia della Dirigente Scolastica della Scuola Elementare "Cesare Battisti" di Lecce, Prof.ssa Maria Rosaria Rielli e con il consenso del Maestro Tito Schipa Jr., figlio del tenore leccese.

 

* Tutte le immagini, se non diversamente specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Vita e Opere di Tito Schipa, Intervista all’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Schipa – Carluccio, 30.4.2014

In primo piano

 

 

VITA E OPERE DI TITO SCHIPA
Testimone: Gianni Carluccio

Categoria: Arte e cultura
Durata: 32′ 42”
 
Descrizione: Gianni Carluccio, nato a Lecce nel 1952, è ingegnere e grande conoscitore dei personaggi storici leccesi. Il nonno materno Realino è cugino diretto del celebre tenore e attore Tito Schipa. Dal 2000, è Responsabile dell’Archivio Tito Schipa, per volere del figlio Tito Schipa Junior. In questa testimonianza racconta la storia del celebre tenore e attore di origine leccese, conosciuto in tutto il mondo.

Capitoli:
1) 01:43 – Gli esordi e l’inizio del grande successo
2) 12:22 – Il successo internazionale
3) 23:28 – L’ultima fase della carriera e la morte
4) 28:24 – L’archivio storico su Tito Schipa
5) 30:18 – Il museo virtuale dedicato a Tito Schipa

Read More…
# vimeo.com/94540352

* Per vedere il video relativo all’intervista visitare il sito internet:

www.promemorium.org / Arte e Cultura o digitare:

Gianni Carluccio, Promemorium, Vimeo.

L’intervista, datata 30 Aprile 2014, è stata curata da Mattia Epifani e Luciana Lettere di "Promemorium, Video Testimonianze della Memoria Collettiva del Salento" ed è stata finanziata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Ricordo dell’Architetto Gianni Francia

In primo piano

L’Ing. Gianni Carluccio con l’amico Architetto Gianni Francia, presso il suo Studio il 14.3.2008, copyright Archivio Carluccio.

Il Programma della Manifestazione per il Conferimento della Borsa di Studio "Gianni Francia", voluto dall’A.N.E.B., Associazione Nazionale Educatori Benemeriti, sez. di Lecce, della quale sono Socio Onorario e dal Liceo Artistico "Ciardo-Pellegrino" di Lecce.

Alcuni degli acquerelli dell’Arch. Gianni Francia in Mostra presso l’ex Convento dei Teatini a Lecce. Foto Ing. Gianni Carluccio, 6.6.2010, copyright.

 

* Tutte le immagini, se non diversamente specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Artisti e Artigiani Salentini

In primo piano

A Ida,
per il suo onomastico

Lo scultore Antonio Miglietta, foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

Civetta di Ferruccio Zilli, Collezione Ida e Gianni Carluccio, copyright.

 

Massaia Salentina di Maria Gabriella Epifani, Collezione Ida e Gianni Carluccio, copyright.

Grazie ad una passeggiata lungo Via Libertini a Lecce, tra Porta Rudiae e Piazza Duomo, visitiamo tre “luoghi” di grande interesse culturale dove operano artisti e artigiani salentini. I titolari sono gli amici: Maria Gabriella Epifani, Antonio Miglietta e Ferruccio Zilli, con il figlio Isaia.

* Tutte le immagini, se non diversamente specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Gallipoli, durante i riti della Settimana Santa una sosta presso lo Scoglio delle Sirene

In primo piano

 

La Processione del Venerdì Santo a Gallipoli rappresenta uno degli spettacoli più affascinanti del Salento (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

L’occasione è buona per ritornare presso la trattoria "Scoglio delle Sirene", nei pressi del Seno della Purità, in uno dei luoghi più affascinanti d’Italia.

Ad accoglierci, oltre al gentilissimo proprietario Cosimo Tricarico, tre belle Sirene internazionali…: Jennifer (Colombia), Gabriella (Lituania) e Jasmine (Gallipoli).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

La Grande Bellezza Salentina con Winspeare ed Ozpetek

In primo piano

Il Manifesto del film "IN GRAZIA DI DIO" di Edoardo Winspeare.

 

Gianni Carluccio con il Regista Edoardo Winspeare sul set del film "Belcanto", dedicato a Tito Schipa (Copertino, 7.11.2008).

Il manifesto del film "ALLACCIATE LE CINTURE" di Ferzan Ozpetek, girato quasi interamente a Lecce, con la bellissima Kasia Smutniak.

Gianni Carluccio con il Regista Ferzan Ozpetek (12.9.2009).

 

Grande emozione sta suscitando in questi giorni a Lecce la visione dei due capolavori che i Registi Edoardo Winspeare e Ferzan Ozpetek hanno girato interamente nel Salento. "In grazia di Dio" è il primo capolavoro dell’amico Edoardo Winspeare; "Allacciate le cinture" il capolavoro del regista turco Ferzan Ozpetk, che è anche cittadino leccese "onorario". Forse, a questo punto, è necessaria una nuova Guida degli Editori Laterza dal titolo "Effetto Salento"….

Grazie e "ad Maiora"

Lecce, 3 Aprile 2014  –  Gianni Carluccio

  

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ricordo dei Santi Giovanni Paolo II, Karol Wojtyla a Otranto (5.X.1980) e Lecce (17-18.IX.1994) e Giovanni XXIII, Angelo Giuseppe Roncalli (a Lecce nel Novembre 1922 ed il 4.V.1956, come Patriarca di Venezia).

In primo piano

Alla mia cara mamma,
Silvana Schipa,
che ha vissuto cristianamente,
insegnandomi la morale cristiana,
alla quale mi sono sempre ispirato,

ed al mio diletto zio Pino Schipa

Gianni Carluccio, 2 Aprile 2014

 

Otranto, Domenica 5 Ottobre 1980. S.S. Papa Karol Wojtyla nel luogo del martirio degli 800 Otrantini. Sullo sfondo la Chiesa di S. Maria dei Martiri, con annesso Convento di S. Francesco da Paola.

Otranto, Domenica 5 Ottobre 1980. Il Papa Karol Wojtyla, Giovanni Paolo II "Il Grande", ai piedi della scalinata che conduce al luogo del martirio, mi passa proprio vicino. Che emozione indimenticabile! Tra l’altro ricordo con molto piacere che il mio nonno paterno, Alfio Giovanni Carluccio, era nato a Otranto per poi trasferirsi a Vaste, dove sposò Drusiana Carluccio, che nel nome ricorda proprio Idrusa! (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

In occasione dell’anniversario della scomparsa di S.S. Papa Giovanni Paolo II (Sabato 2 Aprile 2005, ore 21.37), che fra l’altro coincise con il mio 53° compleanno (e per me fu un triste, grande dono…), mi fa piacere cominciare a pubblicare alcune immagini del mio Archivio (sono più di 100), a cominciare dalla sua venuta a Otranto, dove mi recai con i miei cari genitori, Domenica 5 Ottobre 1980, giorno per me indimenticabile, a poco meno di due anni dalla sua elezione a Papa. Seguono altre immagini relative alla Visita Pastorale a Lecce, nei giorni 17-18 Settembre 1994, quando ebbi il piacere di rivederlo nella mia città ed alcuni ricordi preziosi e personali di Papa Giovanni XXIII, al quale sono molto devoto, che visitò Lecce nel Novembre del 1922 e poi, da Patriarca di Venezia, il 4 Maggio 1956, in occasione del XV Congresso Eucaristico Nazionale, aspettando il 27 Aprile 2014, quando i due Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II verranno santificati.

* Tutte le immagini, ove non meglio specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Il Castello Carlo V di Lecce

In primo piano

A Ida,

in occasione della Visita Guidata

per le Giornate di Primavera del F.A.I.,

con gli studenti del Liceo Classico Virgilio  di Lecce

La Prof.ssa Ida Blattmann D’Amelj, docente di Storia dell’Arte, Archeologa Medioevale e delegata F.A.I., con alunne e alunni del Liceo Classico Virgilio di Lecce, in occasione della visita guidata presso il Castello Carlo V (14.3.2014) (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

 

Il lato meridionale del Castello Carlo V di Lecce. Si possono notare la Torre Magistra (a sin.), un corpo di fabbrica elevato che fiancheggia la Torre Mozza (a destra) ed in primo piano il Bastione della S. Trinità (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

L’Imperatore Carlo V ritratto dal Tiziano (Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte, 1533 circa) (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Lo stemma dell’Imperatore Carlo V, apposto sulla Porta Falsa o del Soccorso del Castello di Lecce, con in basso l’iscrizione, parzialmente ripresa dai classici latini (Plinio il Vecchio), che così leggo e riporto: "INTER UTRUMQ(UE) SOLEM ANTIPODUM OCCASUM / EXORIENTEMQ(UE) NOSTRUM SUB PEDIBUS O(M)NIA REGIT" (Il significato sintetico è che Carlo V regge sotto il suo imperio ogni cosa, da oriente a occidente) (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Fenicotteri rosa nel Salento

In primo piano

 

Ancora Fenicotteri rosa nel Salento, a Torre Colimena (TA), dove ormai sono di casa. Ogni volta è un’emozione fortissima, un grande spettacolo della natura!

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ottaviano Augusto, il fondatore del primo Impero, iniziò la sua marcia da Lecce nel 44 a.C.

In primo piano

A Ida

 

 

Gaius Iulius Caesar Octavianus Augustus

(Roma 23.9.63 a.C. – Nola 19.8.14 d.C.)

Ritratto in marmo di Ottaviano ancora in giovane età (Roma Musei Capitolini, Stanza degli Imperatori, Coll. Albani. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

* Questo ritratto appartiene alla tipologia delle raffigurazioni dei generali romani di II-I sec. a.C.

Busto in marmo di Augusto con corona gemmata (Roma, Musei Capitolini, Stanza degli Imperatori, dal Celio. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

* Questo ritratto che raffigura Augusto maturo con corona aurea, composta da foglie di quercia in lamina d’oro e pietre preziose, potrebbe essere stato creato in concomitanza con il triplice trionfo celebrato nel 29 a.C.

Statua di Augusto in veste di Pontefice. (Roma, Palazzo Massimo. Foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

* Questa statua esprime con un linguaggio classicistico, tipico degli anni del regno di Augusto (27 a.C. – 14 d.C.), la pietas del principe nei confronti degli dei e il suo rispetto nei confronti della tradizione. 

In occasione della ricorrenza del bimillenario della morte di Augusto, che ricorre quest’anno, mi fa piacere pubblicare alcune immagini e documenti del mio Archivio. Grazie ad una preziosa pubblicazione del 1937 di Giuseppe Gabrieli, avuta in regalo da mio nonno Comm. Realino Schipa, potremo risalire ai giorni della presenza di Ottaviano Augusto a Lecce, nella primavera del 44 a.C. ed affermare con Giuseppe Gabrieli che "Il fondatore del primo Impero iniziò la sua marcia da Lecce"!

Ing. Gianni Carluccio

 

* Tutte le immagini, ove non diversamente specificato, appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Lecce alla CNN turca, con il Prof. Francesco D’Andria

In primo piano

Lecce, Piazza Duomo, Domenica 22 Dicembre 2013 (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

 

Eccezionale servizio su Lecce, pubblicato da Ayhan Sicimoglu della CNN turca il 12 gennaio 2014, con una lunga intervista, effettuata a Lecce il 22 Dicembre 2013, al Prof. Francesco D’Andria, Capo Missione Italiana per gli scavi a Hierapolis di Frigia in Turchia.

* Per visionare il servizio, che dura 30 minuti, digitare su internet: "cnn renkler turk lecce".

Grazie all’amicizia con il Prof. D’Andria, che ringrazio, ho potuto partecipare alla sua intervista, assieme all’amico Editore Lorenzo Capone, che ha offerto al giornalista turco della CNN il volume del Prof. Vito Salierno: "Il Mediterraneo nella cartografia ottomana", presso la libreria "Liberrima" di Maurizio Guagnano.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la pubblicazione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

La Notte della Taranta, “magia salentina”

In primo piano

 

Uno degli spettacoli più affascinanti offerti dalla terra salentina è quello della "Notte della Taranta", che si svolge ogni anno ad Agosto a Melpignano, dove non manca la celebre "pizzica" che contagia tutto il mondo…

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

La “fòcara” di Novoli (Lecce) in Piazza Tito Schipa

In primo piano

 

A mia madre Silvana Schipa, a mio padre Antonio
ed ai miei nonni, Realino Schipa ed Antonietta Zecca,
che, fin da quand’ero bambino, mi portavano a Novoli,
per devozione a Sant’Antonio e per ammirare
l’immensa fòcara, in Piazza G. Brunetti.

La "fòcara di Novoli" in Piazza Tito Schipa a Novoli (Lecce), in una delle più belle edizioni (foto copyright Ing. Gianni Carluccio, 16.1.2007).

La "focara" di Novoli in Piazza Tito Schipa (foto copyright Sig. Giorgio Perrone, Gennaio 2014).

* Debbo la possibilità di pubblicare questa splendida immagine e quelle che seguono al mio caro alunno Andrea Guerrieri di Novoli ed al suo parente, Sig. Giorgio Perrone, che ne è il "magico" autore. Grazie di cuore…

La fòcara di Novoli nell’edizione 2007 (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Si rinnova stasera alle ore 20.30 il tradizionale appuntamento con l’accensione della "fòcara" in Piazza Tito Schipa a Novoli (Lecce). Si tratta di uno degli eventi più affascinanti offerti dal Salento. Secondo qualcuno la "fòcara" trae origine da antichi riti pagani, propiziatori di purificazione e fertilità. Il culto di Sant’Antonio Abate subentrerà, in seguito, a questa forma di religiosità primitiva (nel 1664, Vescovo Pappacoda, si comincia a parlare di proclamazione e processione in onore del Santo, che solo nel 1737 viene riconosciuto ufficialmente come Santo Patrono); il primo documento certo riguardante la fòcara risale invece al 1893, come scrive con molta attenzione e precisione il Prof. Salvatore Epifani (S. Epifani, Sulla fòcara di S. Antonio Abate a Novoli, Roma 2012, p. 57).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio (ove non specificato diversamente) e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

TITO SCHIPA E IL TANGO, EL GAUCHO E LA PRINCIPESSA LIANA

In primo piano

Il 78 giri del famoso tango "El Gaucho" di Tito Schipa (Coll. Ing. Gianni Carluccio, copyright).

Colgo l’occasione della Conferenza: "Tito Schipa e il Tango", alla quale parteciperò con l’amico Eraldo Martucci, per presentare alcune foto, insieme a spartiti e dischi dell’Archivio Schipa-Carluccio.

Tito Schipa balla il tango "El Gaucho" con sua figlia tredicenne Elena (San Francisco Examiner, 13 Novembre 1935; foto copyright ARCHIVIO SCHIPA-CARLUCCIO). 

* "El Gaucho" bellissimo tango composto da Tito Schipa e inciso nel 1928 a New York, era inserito alla fine del 2° atto della sua famosa Operetta "La Principessa Liana".

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

60° della TV ITALIANA: TITO SCHIPA con VITTORIO DE SICA, ROMA 3.1.1954

In primo piano

 

Tito Schipa (65 anni) e Vittorio De Sica (52 anni), con altri amici, assistono alla prima trasmissione della RAI TV: Roma, Domenica 3 Gennaio 1954.

Tito Schipa, proprio il giorno prima aveva compiuto 65 anni (la data anagrafica di nascita del tenore leccese risulta il 2.1.1889, ma in effetti era nato il 27.12.1888) ed il giorno dopo avrebbe festeggiato l’onomastico (S. Tito si festeggiava infatti il 4 Gennaio, poi la ricorrenza è stata spostata). Auguri comunque a Tito Schipa Jr., al quale queste immagini ho il piacere di dedicare!

Tito Schipa con Mario Riva, conduttore della storica trasmissione RAI: "IL MUSICHIERE" (1958).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Tito Schipa, nasceva a Lecce 125 anni fa…

In primo piano

Ringrazio l’amico Dino Levante e tutti gli amici de "LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO" per questo bel regalo natalizio…

Lecce, 27 Dicembre 2013

Gianni Carluccio

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Salento, anima di pietra

In primo piano

E’ in libreria "Salento, anima di pietra", ed. Grifo 2013. Hanno collaborato dodici prestigiosi autori, con splendide fotografie di Pierluigi Bolognini. Il mio articolo "Salento megalitico", dedicato ad Anna Palumbo in ricordo del padre Giuseppe, comprende 32 pagine (pp. 91-122) con 59 illustrazioni (46 di Pierluigi Bolognini e 13 mie).

– CONFERENZA STAMPA: Giovedì 19 dicembre ore 11:30 presso il Museo dell’Ambiente (Centro Ecotekne, Via Monteroni, Lecce) verrà presentato il volume in una conferenza stampa dai curatori e da tutti gli autori che vorranno intervenire.

– PRESENTAZIONE: Venerdì 20 dicembre ore 18:00 presso il Museo Comunale ALCA di Maglie verrà presentato il volume. Parteciperanno i proff. Paolo Sansò, Genuario Belmonte, Medica Assunta Orlando e tutti gli autori che vorranno intervenire.

– SERATA A TEMA: Lunedì 30 dicembre alle ore 18:00 presso l’Auditorium del Comune di Zollino. Presenteranno il volume i proff. Gianni Carluccio e Michele Mainardi e tutti gli autori che vorranno intervenire.
 

Ing. Gianni Carluccio, Dicembre 2013

* Per l’immagine di Giuseppe Palumbo, datata 1909, pubblicata nella prima pagina del mio articolo, ringrazio personalmente l’Avv. Antonio Chiga, Vice-Sindaco di Zollino, che mi ha dato la possibilità che fosse pubblicata nell’ambito del mio lavoro, sotto copyright.

La cartolina-invito relativa all’evento di Zollino di Lunedì 30 Dicembre 2013.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Supersano. Il mondo che vorrei

In primo piano

* Con grande piacere parteciperò all’incontro di Supersano, dove rivedrò quattro miei ex alunni dell’Istituto Tecnico "Mattei" di Maglie, con i quali nel lontano a.s. 1991-92 eseguimmo una bella ricerca su Supersano: Massimo Casto (2C), Dino Nutricato (2G), Salvatore Musio e Paolo Stradiotti (1B), oltre a Donato Fersini (Titolare de "Le Stanzìe"), che era stato mio allievo dieci anni prima, nell’a.s. 1981-82, presso l’Istituto Tecnico per Geometri di Casarano, dove insegnavo Topografia.

Ing. Gianni Carluccio 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

RUDIAE, CALENDARIO 2014

In primo piano

 

* Sabato 14 Dicembre 2013, presso la Biblioteca Comunale di San Pietro in Lama, verrà presentato il nuovo calendario del Comune di San Pietro in Lama, il cui territorio è limitrofo all’area archeologica di Rudiae, patria del poeta latino Quinto Ennio.

Io ho fornito parte delle immagini e dei testi e terrò un breve intervento subito dopo quello del Prof. Francesco D’Andria dell’Università del Salento. La veste grafica è stata splendidamente curata da Nico Guarini.

Continua a leggere

Dioniso e il vino. Storia di un mito

In primo piano

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

COMUNICATO STAMPA* 

"Dioniso e il vino, storia di un mito" è il titolo della conferenza che terrà l’ing. Gianni Carluccio presso la Sala Parrocchiale della Chiesa di Sant’Antonio a Fulgenzio, a Lecce, in Via Monte San Michele.
La conferenza è stata organizzata dall’A.N.E.B., Associazione Nazionale Educatori Benemeriti (presieduta dalla Prof.ssa Mirella Caporaletti e della quale l’ing. Carluccio è Socio Onorario) e dall’Associazione Nazionale Carabinieri, Gruppo Benemerite, con il patrocinio della Provincia di Lecce.
Nel corso della conferenza l’ing. Carluccio proietterà 450 immagini relative al mito di Dioniso (soprattutto opere d’arte: sculture, pitture e reperti vascolari), alla viticoltura ed agli stabilimenti vinicoli del territorio salentino, con una rassegna dei principali vini.
Uno dei simboli della conferenza è la nave di Dioniso, che l’ing. Carluccio ha elaborato graficamente in una suggestiva immagine, visibile sul suo sito internet www.giannicarluccio.it dove compare una dettagliata descrizione di quest’opera d’arte dovuta al celebre Exekias attivo tra 550 e 530 a.C. ad Atene.

La kylix di Dioniso (540-530 a.C. da VULCI)

Continua a leggere

POLLINO, mon amour

In primo piano

* Queste immagini sono dedicate al mio caro amico Giorgio Braschi, che è il maggiore conoscitore del Parco Nazionale del Pollino; a Ida, Arianna ed Elena, mia compagna di fotografia in un breve soggiorno nel Parco Nazionale del Pollino.

San Severino Lucano, 4 Novembre 2013.

Gianni Carluccio

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Addio a Maria Luisa Bene

In primo piano

 

* dedicato al musicista Stefano De Mattia, figlio di Maria Luisa Bene.

Maria Luisa Bene con Gianni Carluccio. Lecce, 18 marzo 2005 (casa Carluccio).

Maria Luisa Bene nel giorno del suo 71° compleanno. Santa Cesarea Terme, 8 Aprile 2010 (casa Bene). Foto copyright Ing. Gianni Carluccio.

 

MARIA LUISA BENE

8 Aprile 1939 – 15 Ottobre 2013

 

Addio cara Maria Luisa, rimarrai sempre nel mio cuore.

Gianni Carluccio.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Gallipoli, dall’incantevole visione del massiccio del Pollino, alle Ostriche di profondità

In primo piano

Il massiccio del Pollino (2.248 m s.l.m.) visto da Gallipoli (150 km). Foto copyright Ing. Gianni Carluccio, 26 Settembre 2013, ore 19.15.

 

Ancora una volta, dopo un anno esatto, cena a Gallipoli con amici (e che cena… a base di ostriche di profondità, linguine ai ricci ed altre squisitezze) ed ancora una volta spettacolare visione del massiccio del Pollino, che dista 150 km, oltre alla visione (meno chiara) delle montagne della Calabria.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Passeggiata lungo la costa salentina da Castro alle Cesine, cominciando a sognare con una fantastica “alba in Albania”.

In primo piano

 

I Monti Acrocerauni dell’Albania visti da Castro (Lecce), sono le ore 6.40 di Domenica 22 Settembre 2013 (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Domenica 22 Settembre 2013 è stata una fantastica giornata iniziata con la incantevole visione di una meravigliosa alba tra i Monti Acrocerauni dell’Albania; poi da Castro alla magnifica Piazza di Vaste, dai fossili di Vitigliano a Santa Cesarea Terme, da Torre di Minervino a Torre Sant’Emiliano, da Porto Badisco a Capo d’Otranto, dal magnifico scenario della baia dell’Orte, con Punta Facì, alla cava di bauxite. Dopo l’indimenticabile sosta pranzo a Otranto… abbiamo proseguito per i laghi Alimini e poi ancora da Torre Sant’Andrea a Torre dell’Orso, da Rocavecchia all’Oasi Naturale delle Cesine.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Eccezionali immagini delle Montagne dell’Albania e delle Isole Greche viste da Santa Cesarea Terme e Lecce

In primo piano

 

Sabato 14 Settembre 2013 è stata per me una giornata indimenticabile. Partito da Lecce senza macchina fotografica per l’ultimo giorno di cure termali a Santa Cesarea Terme, come per un presentimento sono tornato indietro ed ho preso la mia Nikon con super-teleobiettivo da 1.000 mm, capace di scrutare molto in lontananza (la porto sempre con me quando mi reco a S. Cesarea, sperando in una buona visilibilità, ma quel giorno, per la fretta, l’avevo dimenticata).

Appena arrivato a Santa Cesarea Terme mi si è presentato uno scenario incredibile! Non era la prima volta, ma stavolta le montagne dell’Albania (i Monti Acrocerauni, alti più di 2.000 metri), l’Isola di Saseno (Sazanit, nella baia di Valona) e le Isole Greche si vedevano benissimo, anche a occhio nudo. Alle spalle dell’Isola di Fanò (Othonoi) si stagliava l’Isola di Corfù (Kerkira), difficile da avvistare e per di più spezzettata in più isolette a causa della curvatura terrestre (per lo stesso motivo anche l’Isola di Saseno appare divisa in due). A sinistra di Fanò l’Isola di Errikousa (Merlera) e a destra Mathrakion (tutte fanno parte delle Isole Ionie).

* Dedico queste immagini al mio amico metereologo Gino Merico, tecnico dell’A.S.I. (Agenzia Spaziale Italiana), che proprio oggi ci ha lasciato.

Ing. Gianni Carluccio, Santa Cesarea Terme, sabato 14 Settembre 2013.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Addio al “grande” Gino Merico

In primo piano

Vaste (Lecce), 16 Luglio 2012. Il metereologo Gino Merico, l’astronauta Paolo Nespoli e l’ing. Gianni Carluccio (foto Elena Carluccio).

Sabato 14 Settembre 2013, poco prima delle ore 15, nella sua casa di Vaste, l’amico fraterno Gino Merico, metereologo, ha deciso di salire tra le "sue" stelle, nel "suo" cielo ed ha lasciato un vuoto che non potrà mai più essere colmato. Grazie Gino per quello che ci hai dato, grazie per la tua amicizia. Gianni.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

AMSTERDAM EXPRESS 2013 (Boscolo 4)

In primo piano

 

Breve resoconto fotografico (solo 40 immagini delle 5.500 scattate…) di un bel viaggio con "Boscolo Tour" (il quarto per noi), che ci ha visto attraversare ITALIA, SVIZZERA, GERMANIA, OLANDA, BELGIO, LUSSEMBURGO, FRANCIA, SVIZZERA e ITALIA (AGOSTO 2013).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Premio Internazionale “Tito Schipa” – Ostuni, mercoledì 14 agosto 2013

In primo piano

 

Il soprano Daniela Dessì, vincitrice della 3a edizione del Premio Internazionale "Tito Schipa" premiata dall’Assessore al Turismo del Comune di Ostuni, Agostino Buongiorno.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Giuggianello, Premio “Monolite d’Argento” 2013

In primo piano

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

ORFEO 9 di TITO SCHIPA JR.

In primo piano

"Orfeo 9" (1973), il film capolavoro di Tito Schipa Jr., è stato presentato Domenica 28 Luglio 2013 a Torricella (TA), nell’incantevole scenario del ritrovo "La ‘nchianata", presente un pubblico di intenditori.

Il Volume che contiene lo spartito di "Orfeo 9" di Tito Schipa Jr.

Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Schipa, con il prezioso Volume, che contiene lo spartito di "Orfeo 9" per canto e pianoforte, avuto in regalo dal cugino Tito Schipa Jr. (Ed. Freebook – Roma, Luglio 2013).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Tito Schipa, El Encantador

In primo piano

 

La locandina dell’evento Tito Schipa, El Encantador a Gallipoli presso il Teatro Schipa, Lunedì 29 Luglio 2013. Si accede per invito.

Il manifesto dell’evento Tito Schipa, El Encantador a Gallipoli, nei pressi del Teatro Tito Schipa.

La Medaglia conferita dal Presidente della Repubblica Italiana, On.le Giorgio Napolitano, alla Manifestazione "Tito Schipa, El Encantador", con relativa lettera di trasmissione al Prof. Massimo Mura.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Addio a Vincenzo Cerami

In primo piano

Il grande sceneggiatore Vincenzo Cerami con il regista Massimo Romano (alla sua destra) e l’ing Gianni Carluccio, Lecce, 20.4.2006.

Vincenzo Cerami ci ha lasciato ieri, 17 Luglio 2013, ed io voglio ricordare il caro amico, grande sceneggiatore, scrittore e poeta, allievo di Pier Paolo Pasolini, noto soprattutto per aver scritto "La vita è bella" di Roberto Benigni, con una foto che ci ritrae assieme all’amico regista leccese Massimo Romano, che me lo ha presentato a Lecce il 20 aprile 2006.

Come si vede dalla foto, grande personaggio e grande "amicone". Grazie Vincenzo per quello che ci hai dato e per il tuo amore per il Salento, lo stesso dei tuoi due amici Nicola Piovani (autore della fantastica colonna sonora de "La vita è bella", che ho conosciuto qui a Lecce il 3 Luglio 2009) e Roberto Benigni, che viene spesso qui da noi (l’ultima volta a Diso per la morte del suo Maestro Giuseppe Bertolucci) e che assieme a voi due, a mio avviso, è stato l’autore del più grande capolavoro cinematografico di tutti i tempi, che io faccio vedere ogni anno ai miei alunni!

Chi ha scritto "La vita è bella" non può morire mai…

 

Gianni Carluccio

Responsabile Archivio Tito Schipa

L’ing. Gianni Carluccio con il Maestro Nicola Piovani, Lecce 3.7.2009.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Fenicotteri rosa nel Salento, alla Salina di Torre Colimena

In primo piano

 

* Queste immagini dell’8 Giugno 2013, effettuate presso la Salina di Torre Colimena (TA), sono dedicate al mio caro amico Cosimo D’Andria, fedele compagno di tante osservazioni ornitologiche nel Salento di qualche anno fa…

** Vedi anche l’altro mio articolo su questo stesso sito, dal titolo Fenicotteri rosa nel Salento.

Gianni Carluccio

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

CICOGNE NEL SALENTO

In primo piano

Cicogne nidificanti nel Salento.

Masseria Carritelli, lungo la Campi Salentina – San Donaci, nel Salento, con sullo sfondo il traliccio dell’ENEL che una coppia di cicogne ha scelto come luogo dove impiantare il nido.

 

Nido di Cicogne nel Salento!

Il gradito ritorno delle cicogne nel Salento si è materializzato nell’area del Parco del Negroamaro, all’incrocio della strada Campi Salentina – San Donaci con la Cellino San Marco – Guagnano, nei pressi delle Masserie San Giovanni e Carritelli, recentemente acquistata dal noto produttore vinicolo Paolo Leo.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore. 

Continua a leggere

Capri, regina di roccia

In primo piano

Chioma di Capri

Capri, regina di roccia,
nel tuo vestito
color amaranto e giglio
vissi sviluppando
la felicità e il dolore, la vigna piena
di splendenti grappoli
che conquistai sulla terra,
il tremulo tesoro
di fragranza e di chioma,
lampada zenitale, rosa allargata,
favo del mio pianeta.
Sbarcai d’inverno.
Il suo abito di zaffiro
l’isola conservava ai suoi piedi,
e nuda sorgeva nel suo vapore
di cattedrale marina.
Era di pietra la sua bellezza. In ogni
frammento della sua pelle rinverdiva
la primavera pura
che nascondeva nelle fenditure il suo tesoro.
Un lampo rosso e giallo
sotto la luce tenue
giaceva sonnolento
aspettando l’ora
di scatenare il suo potere.
Sulla sponda di uccelli immobili,
in mezzo al cielo,
un roco grido, il vento
e l’indicibile spuma.
D’argento e di pietra il suo vestito, appena
il fiore azzurro esplode
ricamando il manto irsuto
col suo sangue celeste.
Oh solitudine di Capri, vino
dell’uva d’argento,
coppa d’inverno, piena
di esercizio invisibile,
innalzai la tua fermezza,
la tua delicata luce, le tue strutture,
e il tuo alcool di stella
bevvi come se stesse
nascendo in me la vita.
Isola, dalle tue pareti
spiccai il piccolo fiore notturno
e lo conservo nel mio petto.
E dal mare girandoti intorno
feci un anello d’acqua
che lì rimase nelle onde,
chiudendo le torri orgogliose
di pietra fiorita,
le cime aspre
che il mio amore sostennero
e conserveranno con mani implacabili
l’impronta dei miei baci.

Pablo Neruda

* Parral (Cile), 12.7.1904       + Santiago del Cile, 23.9.1973

(* Parral significa Pergolato, n.d.r.)

* Questa lirica appartiene a “La patria del racimo” (cioè la patria del grappolo, in riferimento all’Italia), settima sezione (interamente dedicata all’Italia) di “Las uvas y el viento” ("Le uve ed il vento") (Santiago del Cile, 1954).

** Capri dette asilo politico a Pablo Neruda, che vi soggiornò assieme a Matilde Urrutia, dal Gennaio al Giugno 1952.   L’isola è sentita dal poeta come una gemma solitaria, un prodigio naturale, un calice di liquide trasparenze elevato al cielo; e Neruda coglie perfettamente le meraviglie di Capri.   L’entusiasmo del poeta cileno per l’Italia sta nel considerarla la patria dell’amore, infatti Capri è l’isola divina nella quale avviene l’incontro decisivo con il suo amore, Matilde Urrutia. Nella composizione "Cabellera de Capri" ("Chioma di Capri"), Neruda celebrerà con splendidi cromatismi la «reina de roca», Capri come una mitica cattedrale marina. Ed a farci rivivere le forti emozioni di quei primi mesi del 1952 è stato Massimo Troisi con il suo film capolavoro "Il Postino" (1994), nel quale Neruda è impersonato dal bravissimo Philippe Noiret.

* Tutte le immagini appartengono, ove non espressamente indicato, all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

TITO SCHIPA, L’USIGNOLO D’ITALIA

In primo piano

    

E’ appena uscito in edicola un numero speciale della rivista semestrale "Focus Storia" – collection, n. 3, Primavera 2013 , dal titolo "Il secolo d’oro dell’Opera italiana". Due pagine dell’interessante rivista (pp. 76-77) sono dedicate a Tito Schipa con bellissime immagini ed un’intervista di Flavia Piccinni all’Ing. Gianni Carluccio (Responsabile dell’Archivio Tito Schipa e parente del tenore leccese), con un intervento del M.o Tito Schipa Jr., al quale è dedicata anche una parte della sezione dal titolo "Noi, nipoti della Lirica" (p. 142).

* La preziosa rivista è consigliabile a tutti, anche a chi si voglia accostare per la prima volta all’Opera lirica. L’intervista integrale all’Ing. Gianni Carluccio dovrebbe essere ospitata, a cura della giornalista e scrittrice Flavia Piccinni, su cortocircuiti-bari.blogautore.repubblica.it .

Continua a leggere

I MISTERI DI VENEZIA

In primo piano

 

La laguna di Venezia, sera del 30 Aprile 2013 (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

Il manifesto del Film "I misteri di Venezia", interpretato da Tito e Diana Schipa nel 1950, recentemente acquisito al patrimonio dell’Archivio Schipa-Carluccio (f.to 100 x 140 cm). 

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

COMENIUS I.I.S.S. “ENRICO FERMI” – LECCE APRILE 2013

In primo piano

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso degli autori.

** Chi non riesce a lasciare un messaggio, può farlo via e-mail al mio indirizzo: gianni.carluccio@alice.it

for message e-mail to: gianni.carluccio@alice.it

*** Il seguente articolo si compone di 396 foto, 241 delle quali copyright dell’Ing. Gianni Carluccio e 10 del Prof. Gianni Schifa dell’I.I.S.S. "E. FERMI" di Lecce; per gli alunni: 1 di Elena Lefons, 1A TA; 37 di Federico Russo, 5A TA; 50 di Davide Sciuscio 2B M; 57 di Maura Spedicati e Giorgia Dell’Anna, 5A TA.

**** Ringrazio per la loro sensibilità, oltre agli autori delle foto, tutti i Colleghi, gli Alunni e gli Amici che hanno voluto lasciare un messaggio a corredo di questo mio impegnativo lavoro.

***** La pubblicazione delle foto è stata regolarmente autorizzata dalle Responsabili del Progetto "The Young European Writers Society", Proff. Gladys Dousson e Lina Bonatesta. Gli interessati che non dovessero gradire la presenza di determinate foto, sono pregati di avvertire le Responsabili del Progetto o l’autore dell’articolo, trascrivendo quanto si legge cliccando sulle foto con il mouse, in modo che possano essere eliminate.

Continua a leggere

A mia madre

In primo piano

 

 

A mia madre

 

 

Quando al tramonto del giorno

un turbinio di colori cangianti

si offre ai nostri sguardi

tesi verso l’orizzonte;

quando stiamo per avere

quasi paura delle tenebre

che cominciano a riempire

i nostri occhi,

basta aspettare ancora un po’

per godere dello spettacolo delle stelle.

Tra quelle stelle oggi ne brilla una

con una forma diversa ma bellissima:

è il cuore di mia madre!

Gianni 

 

* Lecce, 14 Marzo 1927            + Lecce, 17 marzo 2013

 

La morte della mia cara e buona mamma ha lasciato un vuoto difficilmente colmabile e la tristezza è scesa improvvisamente nel mio cuore; ma quando lo scritto di due cugini impareggiabili, quali sono Adriana e Tito Schipa Jr., si unisce alla sensibilità ed alla cultura degli amici Teo Pepe ed Eraldo Martucci del Nuovo Quotidiano di Puglia – Lecce, il risultato diventa un ricordo per me indimenticabile… e siccome come tutti sanno io vivo di ricordi, questo articolo mi ha reso felice in un momento di profonda tristezza. 

Grazie Gianni

————————–

* Qui di seguito pubblico il testo originale scritto da Tito Schipa Jr. a commento di questo articolo, il 17 Marzo 2013.

 

ADDIO SILVANA, NUME TUTELARE DEGLI SCHIPA


Adriana ed io ci uniamo con dolore alla tristezza infinita della bella famiglia di mio cugino Gianni Carluccio, archivista unico e prezioso di tutto ciò che riguarda Schipa Senior. Con la scomparsa di Silvana, sua madre, che come cognome da nubile ha quello degli Schipa, perdiamo una verà divinità protettiva di tutto ciò che, negli ultimi 10 anni e più, Gianni ed io abbiamo fatto per creare una solida base di documentazione durevole della carriera di un grandissimo artista. Con la sua presenza morale e materiale, giunta fino ad immergersi per settimane nel fango di un’alluvione che rischiava di distruggere ogni cosa, Silvana va considerata, con suo figlio, la vera artefice di un miracolo di conservazione. Ha poi contribuito in ogni modo e forma possibile, con la dolcezza, sensibilità e discrezione che la distinguevano, a superare ogni ostacolo e necessità, fissandosi per sempre nella nostra memoria come la stella perenne che Gianni descriveva giorni fa sul suo sito Web (www.giannicarluccio.it). Mentre abbraccio Ida, Elena, Arianna, Antonella e tutta
la famiglia Carluccio, lasciatemi indicare Silvana a tutti il leccesi e ai salentini come una loro conterranea degna di amore e di ogni onore.


Tito Schipa Jr.


Roma, 17 marzo 2013

Continua a leggere

I fenicotteri e Schipa

In primo piano

   

Ringrazio per questa "bella" recensione del mio sito Roberto Guido, Direttore di "quiSalento", la più bella e importante rivista Salentina (che consiglio a tutti!) e l’autore della stessa Edoardo Polito. Sicuramente il poco spazio a disposizione ha impedito di ricordare espressamente che nel sito, oltre alle belle foto ed a vari articoli su Tito Schipa, ci sono anche importanti lavori sugli altri Salentini Illustri: da Quinto Ennio a Domenico Modugno, da Carmelo Bene a Michelangelo Schipa, ma sono felice per la citazione e per l’immagine dei fenicotteri rosa… GRAZIE!

Ing. Gianni Carluccio – Responsabile Archivio Tito Schipa 

 

I Fenicotteri rosa nel Salento ed il Carnevale di Venezia

In primo piano

* Alla mia cara Elena che tra qualche giorno spiccherà il volo per Venezia, con tanti auguri. 

Mamma mia che emozione sabato 26 Gennaio 2013, quando con la mia Elena abbiamo avvistato un centinaio di fenicotteri rosa presso la Salina di Torre Colimena, al confine tra le province di Lecce e Taranto. E che grande emozione vederli volare… e poi rivederli ancora in volo presso il delta del Pò, al termine della bellissima fiction RAI "Violetta" di martedì 5 Febbraio 2013… Indimenticabile e meraviglioso…

Gianni Carluccio

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore. 

Continua a leggere

A mia madre, Silvana Schipa

In primo piano

* In occasione del Natale 2012, mi fa piacere dedicare alla mia cara Mamma, Silvana Schipa, due poesie a lei ed a me particolarmente care, alcune immagini e documenti relativi alla sua carriera di Farmacista e qualche foto-ricordo della nostra famiglia, con eterna gratitudine per essere stata sempre vicina al mio cuore e per gli insegnamenti ispirati alla morale cristiana.

 

La Dott.ssa Silvana Schipa nel giorno del suo 80° compleanno (14 Marzo 2007).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore. 

Continua a leggere