LEANDRO unico primitivo

In primo piano

Alla mia Elena

LEANDRO, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (1)

San Cesario di Lecce, Santuario della Pazienza di Ezechiele Leandro, 2.7.2016. Elena Carluccio.

LEANDRO, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (2)

Il ritorno di Ezechiele…

LEANDRO, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (3)

San Cesario di Lecce, Santuario della Pazienza di Ezechiele Leandro, Sabato 2 Luglio 2016, con la mia Elena, che già da piccolina avevo condotto in questo che è sicuramente uno dei luoghi più affascinanti del Salento.

Elena Carluccio ha curato la Segreteria Scientifica e coordinato la sezione video-documentaria della Mostra “Leandro unico primitivo”; nel catalogo ha curato i Profili biografici degli artisti outsider in mostra, il dialogo con Ambra Biscuso, operatrice culturale e la bibliografia su Ezechiele Leandro.

LEANDRO, foto copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (4)

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Da Pelè a Pellè, vecchi ricordi a Villa Indraccolo, Lecce (11.7.1979) con Causio, Brio, Russo e Roberto Pellè con un pensiero ad Attlio Adamo e Raffaele Anguilla.

In primo piano

Al caro amico Roberto Pellè

e in ricordo di Attilio Adamo

e Raffaele Anguilla

06 PELE' A LECCE (ALLA FINE DELL'ALLENAMENTO, 23.6.1966)

Lecce, Stadio di Via del Mare, foto storica di STUDIODUE con Pelè al termine dell’allenamento del Santos (23.6.1967). Io sono con la cinepresa con la quale ho ripreso le fasi dell’allenamento della squadra brasiliana, ora visibili, per mia concessione, su You Tube, digitando Lecce Calcio Story.

Da sin. Nicola Taiano, Francesco Natale (detto Bobby), Franco Cardinali, Giuseppe Giorgino (detto Pippicello), PELE’, … , … Giurgola, Gianni Carluccio, Aldo Lucci, Ambrogio Alfonso; sotto Francesco Giorgino (detto Don Checco).

08 PELE' USCITA STADIO (FOTO G. CARLUCCIO)

Mi stavo affannando al termine della partita Lecce-Santos (24.6.1967) a chiedere un autografo a Pelè che mi disse in italiano: “calma, calma” e mi firmò tre autografi… A fianco due immagini dell’allenamento del Santos il 23 mattina. Io ero sul campo a pochi metri dal mitico Pelè, grazie agli amici fotografi di Studiodue Paolo Maggiore e Marcello D’Ippolito. Queste immagini sono state pubblicate sullo storico Volume “LECCE cento” degli amici Enzo Bianco e Antonio Corcella, Edizioni Del Grifo 2007.

Qui di seguito riporto il ricordo dell’indimenticabile e glorioso Raffaele Anguilla, da me immortalato con la maglia del LECCE.

RAFFAELE ANGUILLA, FOTO ING. GIANNI CARLUCCIO, da LECCE cento, ED. DEL GRIFO, 2007

Il Comm. Raffaele Anguilla, vecchia gloria dell’U.S. LECCE, da me fotografato con la maglia del Lecce, nella sua abitazione. Dopo l’uscita del prezioso volume, al quale ho collaborato con alcune foto del mio Archivio, l’amico Raffaele volle scrivere la seguente dedica: “Al mio più caro amico del mondo, un grande intellettuale e di sicura fede, aff.mo Raffaele Anguilla. Lecce 2007”.

G. CARLUCCIO, R. ANGUILLA, V. RENNA 16.6.2008

Raffaele Anguilla nella sua abitazione con la maglia del Lecce, seduto tra due dei più cari amici: Gianni Carluccio e Vittorio Renna, al quale tutti i tifosi del Lecce devono tanto per i suoi precisi ricordi sulla storia dell’U.S. LECCE, pubblicati suL prezioso Volume: “IL PRIMO SECOLO DI CALCIO A LECCE, 1908-2008” (s.i. 2008) e rievocati spesso su LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO (foto ARCHIVIO CARLUCCIO, 16.6.2008).

97° DR. RAFFAELE ANGUILLA - copyright ARCHIVIO CARLUCCIO

Un collage di foto da me realizzato in occasione del 97° compleanno del Commendatore Raffaele Anguilla.

CARLUCCIO - PELE' STADIO LECCE 23.6.1967 (imm. POLAROID)

GOL DI PELE' (ARCHIVIO G. CARLUCCIO)

L’articolo di Elio Donno comparso su La Gazzetta del Mezzogiorno. Io riuscii a riprendere con la mia cinepresa due dei gol di Pelè (le immagini, richiestemi dall’amico Vittorio Renna, sono visibili su You Tube, digitando Lecce calcio Story).

FORMAZIONI VILLA INDRACCOLO - 11.7.1979

Una mia foto storica a Villa Indraccolo, nell’estate 1979 (io ero in licenza premio, facevo il militare ad Albenga). Sono presenti, oltre all’avv. Indraccolo, gli amici Franco Causio, Sergio Brio, Mario Russo e tanti altri calciatori tra cui Roberto Pellè. Se non ricordo male, la partita era in memoria dell’indimenticabile Maestro Attilio Adamo, scomparso il 19 Gennaio 1978.

CARLUCCIO - PELLE' 11.7.1979

Gianni Carluccio con Roberto Pellè (Lecce, Villa Indraccolo, 11.7.1979). Roberto Pellè mi era stato presentato da un ‘fantastico’ calciatore leccese, Fernando Scarpa, nella stagione 1975-76, quando Scarpa giocava nel Sorrento e Pellè nel Potenza (l’anno precedente avevano giocato insieme nel Potenza). Pellè spesso andava ad allenarsi a Sorrento, dove io dalla vicina Napoli andavo a vedere gli allenamenti di Fernando Scarpa, che me lo presentò. Ricordo che Scarpa diceva al suo allenatore: “Mister, mille lire che prendo la traversa?”; tirava e la prendeva veramente! Grande indimenticabile campione Fernando Scarpa. A Napoli, alla Stadio San Paolo quando giocava Scarpa, i giornalisti dicevano che sembrava di vedere in campo Sivori! (Il Sorrento nel campionato 1971-72, non potendo giocare in Serie B sul suo campo, giocava al San Paolo Napoli ed era ospite nella magnifica Villa Lauro a Posillipo, dove spesso mi recavo a salutare l’amico Fernando).

FERNANDO SCARPA A POTENZA

Fernando Scarpa quando giocava nel Potenza (1968-71 e poi 1974-75 con Roberto Pellè).

GIANNI CARLUCCIO con FERNANDO SCARPA, 13.6.2014

Gianni Carluccio dopo tanti anni…, con l’amico  Fernando Scarpa (Lecce, 3.6.2014).

GRAZIANO PELLE'

Graziano Pellè, come precedentemente Franco Causio, è stato l’orgoglio calcistico dell’Istituto Tecnico Industriale “Enrico Fermi” di Lecce, presso il quale insegnavo e insegno. 

PELLE' GOAL - RAIUNO ARCHIVIO CARLUCCIO

Graziano Pellè: già due goal ai Campionati Europei 2016. GRAZIE !!!

ARCHIVIO CARLUCCIO 1GIORNALE-FERMI-CARLUCCIO-CAUSIO-600

Il mio articolo sul giornale del Fermi, dedicato all’amico e Collega Prof. Marcello Petrucelli, compagno di squadra di Causio nel 1965.

ARCHIVIO CARLUCCIO 2Gianni Carluccio con l’amico Franco Causio a Lecce, in occasione di un Lecce-Juventus (19.6.1976). Io entrai all’interno dello stadio con l’auto di Attilio Adamo, che mi fece entrare anche in campo…

Tra l’altro quando, all’inizio della mia carriera scolastica, ero docente presso l’Istituto Tecnico per Ragionieri “Calasso” di Lecce, tra gli alunni dell’istituto c’era un certo Antonio Conte, mio vicino di casa, che faceva dopo-scuola da mia zia Carmen Schipa…

GIANNI-CARLUCCIO-con-ANTONIO-CONTE-VASTE-19.8.2007

Gianni Carluccio con l’amico Antonio Conte (Vaste, Lecce 19.8.2007).

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ricordo del Rag. Pino Schipa, Cavaliere della Repubblica

In primo piano

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (1)

Pino Schipa.

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (2)

CARO PAPA’

E’ passato già un anno da quando mi hai lasciata,
ma la tristezza non mi ha mai abbandonata.

Ogni giorno che passa ti penso intensamente
e chiedo aiuto a te, costantemente.

Mi manchi … come quando ero bambina
e andavamo allo stadio, lì, sulla panchina;

Ricordo poi quand’ era carnevale
e mi portavi in villa a festeggiare;

o con i compiti di storia, ore a studiare …
e tu paziente mi aiutavi a ripassare.

Per non parlare dell’ atteso circo Orfei …
la foto con la scimmia … io, tu … e lei!

In quei momenti non ci davo troppa importanza,
ma ora, anche se son grande, ne sento la mancanza.

Poi sono cresciuta e volevo indipendenza …
e mi hai trovato casa … a un metro di distanza.

Troppo uguali io e te, non ci siamo sempre capiti,
ma con il tempo ci siamo poi chiariti

e il nostro rapporto è diventato sempre più forte
e ci confidavamo cose dritte o andate storte.

Sei stato alle mie spalle in ogni situazione,
ma con rispetto delle scelte e grande discrezione.

Mi hai poi accompagnata all’ altare
e giorno più bello non poteva capitare.

Ora che non ti posso più abbracciare
Sento un gran vuoto che non so colmare.

Cerco di andare avanti, sapendo che ci sei,
che da lassù nel cielo non mi lasci mai

e so che vegli pure sulla piccola Azzurrina,
tua amata e coccolata nipotina.

Lei che non sapeva dire “nonno peppu” ancora
e che adesso non le manca la parola.

Proteggici dal cielo, ne abbiamo un gran bisogno,
ora che possiamo abbracciarti solo dentro a un sogno.

Aiutami a scacciare il ricordo di quei giorni,
quando ti spegnevi nel buio dei tuoi affanni.

Voglio ricordare quand’ eri sorridente,
mentre raccontavi barzellette a tanta gente,

a tutte le persone che nella vita ti hanno stimato,
e sono state tante, lo hai sempre meritato!

Ora ti voglio urlare ancora un “Grazie”, mio splendido papà,
affinché si possa udire fin nell’ aldilà.
Stella
Lecce, 15 giugno 2016

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (3)

Ciao zio Pino.PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (4)

Pino Schipa.

PINO SCHIPA foto copyright ARCHIVIO STELLA SCHIPA e GIANNI CARLUCCIO (5)

Stella per l’adorato papà e Gianni per l’adorato zio.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio di Gianni Carluccio e Stella Schipa  e ne è vietato l’utilizzo senza il loro consenso.

Continua a leggere

Antonio De Ferrariis “Galateo”. Sulle tracce della Villa di Trepuzzi e dell’iscrizione messapica da Vaste

* Al caro amico

Vittorio Zacchino

ed in memoria di mia madre,

Dott. Silvana Schipa,

nel giorno del suo onomastico

MEDAGLIA GALATEO, copyright VITTORIO ZACCHINO - ARCHIVIO CARLUCCIO

Medaglia commemorativa del Galateo, coniata in occasione della Cittadinanza Onoraria avuta a Napoli nel 1510, conservata presso i Musei Civici di Brescia (cortesia Prof. Vittorio Zacchino, copyright).

GALATEO, MODELLO PER UNA MEDAGLIA, 1540 ca

MEDAGLIA GALATEO, METROPOLITAN

Antonio De Ferrariis detto “Il Galateo”, “modello per una medaglia commemorativa, 1540 circa” (?) (New York, Metropolitan Museum of Art).

GALATEO, MEDAGLIA - SFONDO BLU

La stessa medaglia commemorativa in vendita in Francia a Lille.

MEDAGLIA GALATEO BRESCIA (VACCA, RIN. SAL. 1943)

Un esemplare della medaglia conservato nel Museo di Brescia. Dal fascicolo di Rinascenza Salentina (Organo della R. Deputazione di Storia Patria per le Puglie), contenente l’art. di Nicola Vacca, “Noterelle Galateane”, A.XI, N.4, 1943.

MEDAGLIA GALATEO (da V. ZACCHINO)

Copia della medaglia del Galateo avuta dal Prof. Vittorio Zacchino.

RITRATTO DEL GALATEO, FIRENZE 1710 - ARCHIVIO CARLUCCIO

Ritratto del Galateo dal De Angelis, “Vite dei Letterati Salentini”, Firenze 1710.

GALATONE, CASA NATALE GALATEO, copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (1)

Galatone (Lecce).

GALATONE, CASA NATALE GALATEO, copyright ING. GIANNI CARLUCCIO (2)

Galatone, Santuario SS. Crocifisso (XVIII sec.).

GALATONE, LA CASA NATALE DEL GALATEO - ARCHIVIO CARLUCCIO

La casa natale del Galateo a Galatone (Lecce), da Giuseppe Gigli, Il Tallone d’Italia, Lecce e Dintorni, Bergamo 1911, Foto Lazzaretti.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

L’Ing. Gianni Carluccio Cittadino Onorario di Poggiardo-Vaste. La consegna della Pergamena, 31.1.2016

In primo piano

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (45)

L’Ing. Gianni Carluccio accanto al “suo” capitello messapico, nel giorno del conferimento della Cittadinanza Onoraria di Poggiardo-Vaste.

01 ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA DAL SINDACO DI POGGIARDO-VASTE, DR. GIUSEPPE COLAFATI, 31.1.2016

L’Ing. Gianni Carluccio con il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati, che gli ha appena consegnato la Pergamena con la Cittadinanza Onoraria (Foto Nico Guarini, 31.1.2016).

02 PERGAMENA CITTADINANZA ONORARIA COMUNE DI POGGIARDO ALL'ING. GIANNI CARLUCCIO, 31.1.2016

La pergamena con il conferimento della cittadinanza Onoraria all’Ing. Gianni Carluccio (foto Alice Caracciolo).

* Dove non meglio precisato (N.G. = Nico Guarini, A.C. = Alice Caracciolo, G.C. Gianni Carluccio), le foto sono di Elena Carluccio.

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (1)

La Sala “Renato Circolone” del Palazzo della Cultura di Poggiardo (foto Gianni Carluccio).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (2)

In prima fila, da sin.: l’On.le Giacinto Urso, il Magistrato Dott. Enrico Gustapane, il Segretario Generale della Provincia di Lecce, Dott. Giacomo Mazzeo, il Sindaco di Campi Salentina, Prof. Egidio Zacheo con la moglie, Prof.ssa Gabriella Mello (A.C.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (3)

L’On.le Giacinto Urso durante il suo prezioso intervento, con a fianco l’Ing. Gianni Carluccio ed il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati (A.C.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (4)

L’On.le Giacinto Urso con l’Ing. Gianni Carluccio, definito “un uomo di cultura memoriale” e “l’angelo di risurrezione”, in riferimento al lavoro fatto per Tito Schipa (N.G.).

ING. GIANNI CARLUCCIO, CITTADINANZA ONORARIA POGGIARDO, 31.1.2016 copyright (5)

Il Prof. Egidio Zacheo, Sindaco di Campi Salentina, durante il suo gradito intervento con l’Ing. Gianni Carluccio ed il Sindaco di Poggiardo, Dott. Giuseppe Colafati. “Il tratto fondamentale di Gianni è quello di fare le cose con un entusiasmo travolgente, contagioso; tenergli dietro non è facile”, ha detto l’amico Egidio.

04 CITT. ONORARIA ING. GIANNI CARLUCCIO, ART. GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, 2.2.2016

La Gazzetta del Mezzogiorno, 2.2.2016.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

L’Ing. Gianni Carluccio Cittadino Onorario di Poggiardo-Vaste, dopo l’On.le Prof. Aldo Moro e l’Astronauta Ing. Paolo Nespoli

In primo piano

L’Ing. Gianni Carluccio con l’amico Astronauta Ing. Paolo Nespoli (Vaste, 16.7.2012).

L’On.le Prof. Aldo Moro, Presidente del Consiglio dei Ministri inaugura il Museo degli Affreschi Bizantini di Poggiardo, 12.6.1975. Nella stessa data riceve la Cittadinanza Onoraria dal Sindaco Raffaele Pascarito e dal Consiglio Comunale di Poggiardo.

Nella foto da sin.: Maresciallo Oreste Leonardi (ucciso nell’agguato di Via Fani a Roma), On.le Aldo Moro, On.le Francesco Rausa (amico personale di Aldo Moro e già Sindaco di Poggiardo), Sig. Domenico De Santis (Comandante dei Vigili Urbani di Poggiardo), Sindaco Avv. Raffaele Pascarito (seminascosto), Prof. Egidio Grasso (Presidente della Provincia di Lecce).

Mercoledì 30 Dicembre 2015, su proposta del Sindaco, Dott. Giuseppe Colafati e della Giunta Municipale di Poggiardo, in segno di stima e apprezzamento per il notevole apporto offerto alla valorizzazione dei beni culturali e archeologici di Poggiardo e Vaste, nel corso della sua attività culturale e scientifica, il Consiglio Comunale di Poggiardo ha conferito la Cittadinanza Onoraria all’Ing. Gianni Carluccio, nato a Lecce il 2 aprile 1952.

Precedentemente all’Ing. Carluccio la Cittadinanza Onoraria era stata conferita il 12 Giugno 1975 all’On.le Prof. Aldo Moro, Presidente del Consiglio dei Ministri e il 17 luglio 2012 all’Astronauta Ing. Paolo Nespoli, che così scrive sul sito dell’Ing. Carluccio dopo una videoconferenza "Lecce-Houston":

"Carissimo Gianni, ho visto con piacere le foto che hai riportato sul tuo sito web http://www.giannicarluccio.it/ Come sempre, ti riconosco passione e professionalità in tutto ciò che fai, sempre proteso alla divulgazione della cultura e dell’identità salentina, terra straordinaria per i suoi sapori, i suoi colori e lo spirito dell’accoglienza che tante volte ho avuto modo di godere in tanti anni di frequentazione. La concessione della cittadinanza onoraria di Casarano prima e, recentemente di Poggiardo, ha suggellato poi in modo indelebile il mio rapporto di affetto con tutti Voi salentini. Un saluto ed un abbraccio a tutti, Paolo".

L’Astronauta Ing. Paolo Nespoli tra l’amico metereologo dell’A.S.I. Gino Merico e l’Ing. Gianni Carluccio nella Piazza di Vaste (16.7.2012).

L’Ing. Gianni Carluccio sulla Torre di Vaste (8.9.2006).

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 30.12.2015 (Art. Nicola De Paulis).

La Gazzetta del Mezzogiorno, 30.12.2015 (Art. Salvatore Ciriolo).

TRNEWS TELERAMA, 30.12.2015 (Direttore Giuseppe Vernaleone).

 

Domenica 31 Gennaio 2016, alle ore 10, presso il Palazzo della Cultura di Poggiardo (Piazza Umberto I), il Dott. Giuseppe Colafati, Sindaco di Poggiardo a nome del Consiglio Comunale, consegnerà all’Ing. Gianni Carluccio la pergamena con il conferimento della Cittadinanza Onoraria.

Seguirà una relazione da parte dell’Ing. Carluccio, con proiezione di numerose immagini sul territorio di Poggiardo e Vaste. Al termine (ore 12 circa) nelle stesse Sale del Palazzo della Cultura sarà possibile visitare una Mostra sull’Ipogeo delle Cariatidi di Vaste, curata da Gianni Carluccio e Marcello Seclì per Italia Nostra. Seguirà un aperitivo offerto dal neo Cittadino Onorario.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

TITO SCHIPA, 50° anniversario della scomparsa

In primo piano

 

Tito Schipa nel 1918 in un’immagine del fotografo della Casa Reale di Madrid, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 16 Dicembre 2015 ricorre il 50° anniversario della scomparsa di Tito Schipa, avvenuta a New York.

Tito Schipa nel Werther in Sud America nel 1919, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Tito Schipa come De Grieux in Manon. Foto Lumiere New York 1922, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 28 Febbraio del 1927 a San Francisco, dopo una memorabile recita davanti a 7.000 persone, Tito Schipa viene proclamato dalla critica il più grande cantante al mondo.

Luigi Stefano Cannelli per l’Associazione Culturale "Tito Schipa" nel cinquantesimo della scomparsa dell’Usignolo di Lecce."

 

* Sono programmati una serie di eventi, soprattutto nella sua Città natale, Lecce, che verranno qui di seguito elencati in ordine cronologico.

Inoltre il tenore leccese verrà ricordato a Roma, nell’ambito della Mostra su Caterina Boratto, curata dalla figlia Marina Ceratto con il marito Fabio Sposini; il destino ha voluto che l’inaugurazione della Mostra sia programmata proprio per il 16 Dicembre 2015 (invito e immagini in coda a quest’articolo).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio Schipa-Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso del Responsabile, Ing. Gianni Carluccio.

Continua a leggere

STERNATIA, MOKAMBO con GIANNI e ROCCO DE SANTIS

In primo piano

 

Sternatia, "Mokambo", 17.9.2009. Gianni Carluccio tra Gianni e Rocco De Santis e Maurizio Nocera nel corso di un’indimenticabile serata.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio Schipa-Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso del Responsabile, Ing. Gianni Carluccio.

Continua a leggere

TITO SCHIPA, UN LECCESE DEL MONDO – SANTA CESAREA TERME, 30.8.2015

In primo piano

 

COMUNICATO STAMPA

Domenica 30 Agosto 2015, organizzata da Terme di Santa Cesarea – Albergo Palazzo, l’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa e parente del celebre tenore leccese, terrà una Conferenza dal titolo: "Tito Schipa, un leccese del mondo". L’evento avrà inizio alle ore 21 presso l’Albergo Palazzo di Santa Cesarea Terme, dove esattamente 57 anni prima, il 30 Agosto 1958, si era esibito Tito Schipa. L’iniziativa rientra nelle celebrazioni per il 50º anniversario della scomparsa del tenore leccese, avvenuta il 16 Dicembre 1965 a New York.
Nel corso della Conferenza l’Ing. Carluccio proietterà per la prima volta alcuni fotogrammi tratti da un prezioso film girato da Tito Schipa nel Salento ed in particolare a Santa Cesarea Terme nell’ottobre del 1931, quando, a bordo di una potente e bellissima Jaguar, si recò a Santa Cesarea, ospite della famiglia Sticchi nella bellissima Villa.

 

La Terrazza dell’Albergo Palazzo di Santa Cesarea Terme il 30.8.2015 (dove esattamente 57 anni prima aveva cantato Tito Schipa), durante la Conferenza dell’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa.

Gianni Carluccio con Alessandra Pizzi.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Ricordo del Prof. Cosimo Pagliara – “Poesia di un culto antico”

In primo piano

A Lina,
Marco, Andrea e Irene

Il Prof. Cosimo Pagliara con l’amico Ing. Gianni Carluccio; sullo sfondo uno dei calchi delle pareti della Grotta della Poesia Piccola a Rocavecchia, con i graffiti in lingua messapica e latina (Università del Salento, 8 Giugno 2007).

 

Mercoledì 12 Agosto 2015, presso la sua residenza leccese, ci ha lasciato il Prof. Cosimo Pagliara. In tanti hanno espresso un messaggio di cordoglio alla famiglia dell’illustre docente salentino, e sono giunte anche le parole del rettore dell’ateneo leccese, Prof. Vincenzo Zara: “È scomparso purtroppo il Professor Cosimo Pagliara, tra i fondatori del Dipartimento e della Facoltà di Beni culturali della nostra Università. Fu promotore di numerose rilevanti iniziative di ricerca, tra le quali la scoperta della Grotta della Poesia a Roca Vecchia e la scoperta e lo scavo del sito protostorico di Roca, di cui ha diretto per molti anni le indagini archeologiche. L’Università e il territorio devono molto a questo collega docente e abile e appassionato ricercatore, che seppe lavorare collegando proficuamente le strutture accademiche e quelle di altri enti territoriali e di ricerca”.

Io ero profondamente legato all’amico “Mimmo”, che ho conosciuto nel lontano 1964, quando avevo 12 anni! Tantissimi sono i ricordi, che comincio a pubblicare su questo sito. Ciao Mimmo…

Lecce, 12 Agosto 2015
Ing. Gianni Carluccio

L’Ing. Gianni Carluccio con il Prof. Cosimo Pagliara.

Purtroppo è l’ultima foto con il caro Mimmo, fatta nel giorno di una sua importante Relazione al Convegno “Roca nel Mediterraneo, l’età delle prime navigazioni commerciali”, tenuto presso il Castello di Acaya, dove era anche presente la stupenda Mostra: “Roca nel Mediterraneo” (6 Luglio 2013).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere