TITO SCHIPA, 50° anniversario della scomparsa

 

Tito Schipa nel 1918 in un’immagine del fotografo della Casa Reale di Madrid, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 16 Dicembre 2015 ricorre il 50° anniversario della scomparsa di Tito Schipa, avvenuta a New York.

Tito Schipa nel Werther in Sud America nel 1919, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Tito Schipa come De Grieux in Manon. Foto Lumiere New York 1922, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

Il 28 Febbraio del 1927 a San Francisco, dopo una memorabile recita davanti a 7.000 persone, Tito Schipa viene proclamato dalla critica il più grande cantante al mondo.

Luigi Stefano Cannelli per l’Associazione Culturale "Tito Schipa" nel cinquantesimo della scomparsa dell’Usignolo di Lecce."

 

* Sono programmati una serie di eventi, soprattutto nella sua Città natale, Lecce, che verranno qui di seguito elencati in ordine cronologico.

Inoltre il tenore leccese verrà ricordato a Roma, nell’ambito della Mostra su Caterina Boratto, curata dalla figlia Marina Ceratto con il marito Fabio Sposini; il destino ha voluto che l’inaugurazione della Mostra sia programmata proprio per il 16 Dicembre 2015 (invito e immagini in coda a quest’articolo).

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio Schipa-Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso del Responsabile, Ing. Gianni Carluccio.

Tito Schipa a Lecce nel 1950 in occasione della recita del Werther, dedica al cugino prediletto Realino Schipa, copyright Archivio Schipa-Carluccio.

 

*** Riporto qui di seguito alcune immagini relative alle Celebrazioni per il 50° della scomparsa di Tito Schipa nel periodo 9-19 Dicembre 2015, con la presenza a Lecce del M.o Tito Schipa Jr.

 

AL MUST, MUSEO STORICO DELLA CITTA’ DI LECCE

9-14 DICEMBRE 2015.

 

Lecce, Anfiteatro Romano.

Lecce, Teatro Romano, sottostante al MUST.

L’ingresso alla Mostra presso il MUST, da me curata.

 

Gianni Carluccio con Tito Schipa Jr.

Adriana Ruvolo e Tito Schipa Jr.

Due dei costumi di scena di Tito Schipa, restaurati e curati dalla costumista Adriana Ruvolo per l’allestimento della Mostra.

Alcune immagine tratte dal svz della RAI, TG Regionale della Puglia.

L’Arch. Gigi Malecore, figlio dello scultore scomparso, Prof. Ugo.

Il busto raffigurante Tito Schipa, opera dello scultore leccese Prof. Ugo Malecore.

Tito Schipa Jr. presenta il suo sceneggiato radiofonico "L’Usignolo di Lecce: Tito Schipa" (RAI 1984).

Tito Schipa Jr. con la moglie Adriana Ruvolo.

Gianni Schilardi, Gianni Carluccio e Tito Schipa Jr., al termine delle prime due puntate dello sceneggiato radiofonico, presentato presso il MUST di Lecce (9.12.2015).

 

In famiglia….

Casa Carluccio.

Tito Schipa Jr. al mio computer aggiorna il suo sito facebook.

 

Il gradito invito dell’On.le Adriana Poli Bortone…

Il Maestro Tito Schipa Jr. con l’On.le Adriana Poli Bortone.

 

AL TEATRO PAISIELLO DI LECCE

15 DICEMBRE 2015.

Lecce, Porta Reale o Porta Napoli, nei pressi del Teatro Paisiello.

L’allestimento di una piccola Mostra, curata da Tito Schipa Jr. e Adriana Ruvolo, presso il Teatro Paisiello di Lecce (Associazione Culturale Tito Schipa).

Elena Carluccio con Adriana Ruvolo.

Il costume di scena di Tito Schipa utilizzato nel "Don Giovanni" di Mozart.

Uno dei costumi di scena di Tito Schipa utilizzato nel "Werther" di Massenet.

Il pianoforte di Tito Schipa conservato presso il Teatro Paisiello di Lecce e la didascalia curata dall’Associazione Culturale Tito Schipa.

Gigi Malecore e Gianni Carluccio.

Adriana Ruvolo con il Sig. Corina di Martano, fan di Orfeo 9, capolavoro di Tito Schipa Jr., poco prima della proiezione al Teatro Paisiello.

Gabriele De Blasi intervista Tito Schipa Jr.

Gabriele De Blasi intervista Ermanno Manzetti, curatore del triplo dvd di Orfeo 9, poco prima della proiezione.

Tito Schipa Jr., Alessia e Gabriele De Blasi, Ermanno Manzetti.

Gianni Carluccio , foto ricordo con il bravissimo Ermanno Manzetti.

Gianni Carluccio con Mariella Agostinacchio al termine di un’intervista. Alle spalle il quadro raffigurante Tito Schipa nei panni del Werther, opera di gennarino Curci (New York, 1920).

Gianni Carluccio, Andrea Mantovano e Tito Schipa Jr. Al caro amico e Collega Andrea Mantovano debbo la segnalazione di importanti documenti d’archivio riguardanti Tito Schipa presenti a Roma, in corso di pubblicazione nell’ambito di un volume da parte del Conservatorio Statale di Musica "Tito Schipa" di Lecce.

Gabriele De Blasi intervista Ermanno Manzetti poco prima della proiezione di Orfeo 9. Mi fa piacere segnalare in questa sede che questo capolavoro immortale di Tito Schipa Jr. ebbe in occasione della presentazione al Festival Internazionale del Cinema di Venezia (2008) ben dieci minuti di applausi, con standing ovation!

L’intervento di Tito Schipa Jr.

Tito Schipa con Eva Axen, Euridice nel film, diventerà la sua prima moglie.

Tito Schipa Jr. in due scene del film Orfeo 9.

Grande emozione, fino al pianto… ho provato quando Tito è venuto a sedersi nel mio palco, mentre effettuavo la documentazione fotografica e televisiva. Ho sempre detto che con quest’Opera Tito Schipa Jr. si è guadagnata l’immortalità !

Il caro amico Dott. Eraldo Martucci, instancabile e bravissimo organizzatore di tutti gli eventi relativi al 50° di Schipa, con l’On.le Adriana Poli che ci ha onorato della sua presenza e del suo affetto.

Adriana Poli Bortone con Mara Gemma, alle spalle le Signore Bortone.

La foto che Tito Schipa dedicò all’Avv. Franco Bortone (cognato di Adriana Poli Bortone) nel 1950.

Eraldo Martucci, Daniela Dessì, Gianni Carluccio e Fabio Armiliato.

* Il soprano Daniela Dessì ed il tenore Fabio Armiliato formano una delle coppie più brave e conosciute della scena lirica. Fabio Armiliato ha partecipato anche al film "To Rome with love" di Woody Allen (2012).

L’amico Fabio Armiliato posa vicino ai cimeli di Tito Schipa.

Foto ricordo con Tito Schipa Jr.  Daniela e Fabio,  tra l’altro, sono due fan di Orfeo 9 !

 

Tito Schipa Jr. con il Direttore della Rivista L’Opera, Sabino Lenoci. Sulla destra il Direttore artistico, Antonio De Lucia.

Laura Martucci, Ida Blattmann D’Amelj e Adriana Ruvolo.

Laura Martucci con Tito Schipa Jr.

La Signora Adriana Ruvolo con il Maestro Francesco Libetta, che mostra una preziosa "chiavetta" contente un Werther inedito di Tito Schipa. Si tratta di un’importante scoperta e di una gradita sorpresa che Tito Schipa Jr. poco dopo farà ascoltare al pubblico, al termine del suo personale ricordo del padre.

Tito Schipa inizia il suo personale ricordo del padre.

Fotografi e cineoperatori all’opera… Gianfranco Caligiuri e Gianni Carluccio.

Tito Shipa commenta un articolo comparso sulla Gazzetta che ha fatto tanto discutere.

Tra il pubblico in sala, la gradita presenza dell’On.le Adriana Poli Bortone e dei suoi familiari.

Foto ricordo con Tito Schipa Jr. al termine dello spettacolo. Da sin. Alice Fantasia, collaboratrice di Fabio Armiliato, Daniela Dessì, Fabio Armiliato e Tito Schipa Jr. Sulla destra Fabrizio Mocata tra i ballerini "Los Guardiola". 

Il fotografo Gianfranco Caligiuri con la moglie e due amiche al termine dello spettacolo.

Tito Schipa Jr. all’inizio della seconda proiezione di Orfeo 9.

Ida e Elena.

Elena e Adriana.

Un selfie al termine dello spettacolo…

A cena in un locale nei pressi della villa Comunale con Adriana ed Ermanno e Tito (fotografo…).

 

AL CIMITERO MONUMENTALE DI LECCE

NEL GIORNO DEL 50° ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA

16 DICEMBRE 2015

 

Tito Schipa Jr. ha voluto lasciare sulla tomba del padre il dvd del suo Orfeo 9.

 

AL TEATRO POLITEAMA GRECO DI LECCE

16 DICEMBRE 2015

La formidabile e indimenticabile esibizione del baritono Leo Nucci (accompagnato da alcuni giovani cantanti pugliesi), che riceverà il premio "Tito Schipa" alla carriera dalle mani del figlio Tito Schipa Jr. 

Il "Recital CanTango" del tenore Fabio Armiliato, accompagnato al pianoforte da Fabrizio Mocata, con i ballerini "Los Guardiola" e con la straordinaria partecipazione del soprano Daniela Dessì.

* Mi fa piacere ricordare che nel corso della Conferenza-Stampa tenuta in mattinata presso il foyer del Teatro Polteama Greco, l’amico tenore Fabio Armiliato ha voluto ringraziarmi per avergli fornito gli spartiti dei tanghi di Tito Schipa, assieme ad alcune notizie riguardanti il rapporto Schipa-Gardel.

 

HOTEL PRESIDENT LECCE. I SALUTI…

Tito e Gianni con Luca Damiani.

17 DICEMBRE 2015

Colazione con Adriana, Tito, Romina ed Ermanno.

Gianni Carluccio con il Maestro Leo Nucci.

Da sin.: Adriana Nucci, Gianni Carluccio, Leo Nucci e Adriana Ruvolo.

Da sin.: Tito Schipa Jr., Gianni Carluccio, Sabino Lenoci e Leo Nucci.

Da sin: Francesco Ledda, Sabino Lenoci, Tito Schipa Jr., Gianni Carluccio, Adriana e Leo Nucci.

 

PRIMA DELLA PARTENZA …

VISITA ALLA MOSTRA DI ELENA CARLUCCIO

 

LA RASSEGNA DELLA STAMPA

* Ringrazio di cuore tutti gli amici giornalisti, che da sempre seguono con grande attenzione le vicende relative a Tito Schipa, ed in particolare le Redazioni di Lecce del "Nuovo Quotidiano di Puglia", de "La Gazzetta del Mezzogiorno" e i redattori de "L’Ora del Salento". Analogo interesse hanno dimostrato la RAI, in particolare con la Redazione Regionale della Puglia, La7, Telerama, C8, Telenorba e InOndaWebTv.

Un ringraziamento particolare all’amico Eraldo Martucci per lo Speciale del Quotidiano dedicato a Tito Schipa (al quale ho collaborato personalmente) e per la grande abnegazione dimostrata nell’organizzazione degli eventi "schipiani" del dicembre 2015. 

quiSalento, 1-15 Dicembre 2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 4.12.2015.

 

L’Ora del Salento, 5.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 8.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 8.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, Cronaca Nazionale, 8.12.2015.

Corriere del Mezzogiorno, Bari 8.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 9.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 10.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 10.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 11.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 11.12.2015.

Salento in tasca, 11.12.2015.

L’Ora del Salento, 12.12.2015.

L’Ora del Salento, 12.12.2015.

L’Ora del Salento, 12.12.2015.

Bel Paese, 12.12.2015.

Bel Paese, 12.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 13.12.2015.

quiSalento, 15-31 Dicembre 2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 15.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 15.12.2015.

Lo Speciale "Tito Schipa" edito dal Nuovo Quotidiano di Puglia il 16 Dicembre 2015, nella ricorrrenza del 50° Anniversario della scomparsa del Cantante leccese, distribuito gratuitamente la sera dello spettacolo canoro presso il Teatro Politeama Greco di Lecce. Nelle 12 pagine, foto e documenti sono dell’Archivio Schipa-Carluccio.

Speciale Quotidiano per Tito Schipa con il contributo dell’Archivio Schipa-Carluccio.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 16.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 17.12.2015.

 

 

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 17.12.2015.

 

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 17.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 18.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 19.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 20.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 21.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 22.12.2015.

Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce 23.12.2015.

La Gazzetta del Mezzogiorno, 24.12.2015.

L’Ing. Gianni Carluccio in Carrozza… ("La Carrozza", Lecce 25.12.2015 – Direttore Ruggero Vantaggiato).

La Gazzetta del Mezzogiorno, 27.12.2015.

 

* Ringrazio per il prezioso contributo alla Rassegna Stampa relativa al "Nuovo Quotidiano di Puglia", gli amici Sergio Miglietta e Fernando Daga.

———————————————————————————————————

CINQUANTENNALE DELLA MORTE DI TITO SCHIPA
The Fiftieth Anniversary of Tito Schipa’S DEATH
50° aniversario de la muerte de Tito Schipa
CINQUANTENAIRE DE LA MORT DE TITO SCHIPA

(NEW YORK 16.12.1965)

ITALIANO

A chiunque possa interessare.
L’Associazione Culturale Tito Schipa, con sede in Roma, ricorda con questo comunicato agli operatori internazionali della Cultura e dell’Informazione che ricorre nel 2015 il cinquantennale della scomparsa di Tito Schipa, avvenuta a New York il 16 Dicembre del 1965.
Tito Schipa è universalmente riconosciuto  e celebrato come uno dei più grandi cantanti di tutti i tempi e, nel suo specifico (tenore "di grazia") il massimo artista in assoluto.
Nato a Lecce nel 1888, ha raggiunto in pochi anni i massimi successi in tutto il mondo, venendo considerato da metà degli anni 20,  fino a tutti i 40, l’immediato successore di Caruso (assieme a Beniamino Gigli) come figura classica del tenore italiano preminente nel mondo. La sua carriera è durata più di cinquant’anni, caso più unico che raro per un lirico.
All’inizio del nuovo millennio un sondaggio radiofonico compiuto dalla Rai lo ha visto trionfare, assieme a Maria Callas, come voce più amata dagli italiani amanti del Belcanto.
Proponiamo a ogni Ente mondiale che desideri commemorare questo straordinario artista di informarci su loro eventuali idee e progetti, o di contattarci per considerare le nostre proposte.
Nella ricorrenza attuale sono già previste iniziative d’ogni tipo che verranno man mano comunicate:

– Prima fra tutte l’allestimento celebrativo del Werther di Jules Massenet con interpreti di assoluta eccezione.
– L’intera collezione di cimeli curata dall’archivio Schipa/Carluccio (costumi, oggetti personali e di scena, spartiti, lettere, enorme archivio fotografico) è disponibile per l’esposizione temporanea o definitiva.
– Una serata multimediale coinvolgente ed esaustiva della figura multiforme di Tito Schipa (interprete di Opera, Canzone Napoletana e Spagnola, autore di Tanghi e Artista Cinematografico), condotta dal figlio, è pronta per la circuitazione.
– La versione scenica "ultraleggera" dei due cavalli di battaglia di Tito Schipa (Werther e Elisir d’Amore) sarà disponibile nell’agilissimo formato ideato e già ampiamente collaudato da Tito Schipa Jr. Lo scopo è la divulgazione di questi capolavori e del loro massimo interprete, a costi contenutissimi, in tutte le lingue e con intatta efficacia nei confronti di ogni tipo di pubblico.

Con i migliori saluti,
ASSOCIAZIONE CULTURALE TITO SCHIPA – ROMA

PRESIDENTE: TITO SCHIPA JR.
associazione@titoschipa.it

 

ENGLISH 

The Fiftieth Anniversary of Tito Schipa

To whom this may be of interest:

The Cultural Association Tito Schipa, based in Rome, would like to remind all International Operators of Culture and Information the fiftieth anniversary of Tito Schipa’s death: he passed away in New York on 16th December, 1965.

Tito Schipa is universally recognized and celebrated as one of the greatest tenors of all time, and as a “tenore di grazia” the greatest artist ever.

Tito Schipa was born in Lecce in 1888. He achieved worldwide success right from an early age and was considered from the year 1920, right up to the end of 1940, the immediate successor of Caruso (together with Beniamino Gigli ), therefore representing in that period the classic figure of the top Italian tenor in the world. His career lasted for more than fifty years, which is somewhat unique for a tenor. At the beginning of the new millennium a survey was done by the Italian Rai Radio which saw him triumph, together with Maria Callas, as the most loved voice by connoisseurs of Italian “Belcanto”.

We would like to propose to anybody in the world who wants to commemorate this extraordinary artist, to communicate their ideas or projects or to contact us regarding our iniziatives/proposals, expected as follows:

– A celebrative staging of Werther by Jules Massenet with interpreters of excellence is in program for December 2015 in Lecce.

– The entire collection of mementos cured by the Schipa / Carluccio archive (costumes, personal items and props, scores, letters, a huge photographic archive) is available for temporary or permanent display.

– A multimedia evening – an intense and complete portrait of the multiform Tito Schipa (interpreter of Opera, Neapolitan and Spanish songs, author of Tangos and also Cinematic Performer) , conducted by his son is ready to be put into circulation.

-The stage version of his two favourite pieces (Werther  and L’Elisir d’Amore) are available in an "ultra-light" format created and already extensively put to the test by Tito Schipa Jr. Our  purpose is to distribute these masterpieces, in celebration of their greatest interpreter of all time, at a very low cost, in different languages, taking into consideration the diverse needs of every kind of audiences.

With our best regards,

ASSOCIAZIONE CULTURALE TITO SCHIPA
Via della Lungara, 3 – 00165 ROMA (Italy)
associazione@titoschipa.it
President: Tito Schipa, Jr.
39.335.6151364

ESPAÑOL

A todos los interesados:

La Asociación Cultural "Tito Schipa", con sede en Roma, recuerda con este comunicado de prensa a los organizadores internacionales de Cultura y medios de Información que en el 2015 recurre el 50° aniversario de la muerte de Tito Schipa, acaecida en Nueva York el 16 de diciembre de 1965.

Tito Schipa es universalmente reconocido y celebrado como uno de los más grandes cantantes líricos de todos los tiempos, y en su cuerda (tenor "de gracia") el máximo artista en absoluto.

Nacido en Lecce en 1888, ha alcanzado en pocos años los máximos triunfos en todo el mundo, y ha sido considerado, desde la mitad de los años 20 hasta finales de los 40, el directo sucesor de Caruso (junto con Beniamino Gigli) como figura clásica del tenor italiano predominante a nivel mundial. Su carrera duró más de 50 años, caso fuera de lo común para un cantante lírico.

Al comienzo del nuevo milenio una encuesta radiofónica llevada a cabo por la RAI lo ha visto triunfar, junto con María Callas, como voz más amada entre los melómanos.

Se propone a cada Ente a nivel mundial que desee commemorar este extraordinario artista, ponernos al tanto de sus ideas y  eventuales proyectos, o contactarnos para considerar nuestras propuestas.

Al momento están programadas las siguientes iniciativas que serán oportunamente comunicadas:

_ Puesta en escena de la opera "Werther" de Jules Massenet con intérpretes de primer nivel.

_ La completa colección de material histórico, a cargo del archivo Schipa/Carluccio (trajes, objetos personales y escénicos, partituras, cartas, fotografías) está disponible para exposiciones temporáneas o permanentes.

_ Un espectáculo multimedial extremadamente interesante y exhaustivo de la  poliédrica personalidad artística de Tito Schipa (intérprete de Opera, Canción Napolitana, autor de Tangos y artista cinematográfico), conducida por el hijo, lista para su programación y difusión.

_ La versión escénica "súperligera" de las dos obras maestras de Tito Schipa (Werther y Elixir de amor) será disponible en la ágil versión ideada y ampliamente experimentada por Tito Schipa Jr. La finalidad es la divulgación de estas obras maestras de la lírica y de su máximo intérprete, de accesible presupuesto, en todos los idiomas y de seguro interés para todo tipo de público.

Con los mejores saludos

Asociación Cultural "Tito Schipa" – Roma
Via della Lungara, 3 – 00165 Roma (Italia)
associazione@titoschipa.it
Presidente: Tito Schipa Jr.
Tel: 39.335.6151364

FRANÇAIS

CINQUANTENAIRE DE LA MORT DE TITO SCHIPA

(16 Décembre 2015)

Aux intéressés:

L’Association culturelle Tito Schipa qui siège à Rome voudrait rappeler par cette annonce aux opérateurs internationaux de la Culture et de L’Information que 2015 marque la cinquantenaire de la mort de Tito Schipa, advenue à New York le 16 décembre 1965.

Tito Schipa est universellement reconnu et célébré comme un des plus grands artistes de la lyrique de nos jours. En particulier en tant que "ténor de grace", il est le plus grand artiste dans l’absolu.

Né à Lecce en 1888, Schipa avait accroché, après peu de temps, les plus grands succès dans le monde entier, ayant été considéré depuis les années ’20 aux années ’40 le successeur direct de Caruso (ensemble avec Benjamin Gigli) en tant que modèle parfait du classique ténor italien sur la scène mondiale.

Sa carrière s’est étendue sur plus de cinquante ans, un cas tout à fait unique pour un chanteur:

Au début de l’actuelle millénaire (2000), un sondage radiophonique effectué par la RAI l’avait placé triomphalement ,ensemble avec Maria Callas, comme la voix la plus aimée par les Italiens amateurs du belcanto.

Nous proposons à tout établissant mondial qui souhaite consacrer cet artiste extordinaire de nous informer quant à leurs projets et initiatives et de nous contacter pour qu’on coordonne les efforts communs.

Actuellement les célébrations déjà prévues pour la commémoration seront communiquées au fur et à mesure;

Celles-ci  concernent en premier lieu:
 -la mise en scène célébrante du Werther de Jules Massenet; avec des interprètes d’absolue exception;

-Toute la collection de "mémorablia" appartenant à l’archive Schipa/Carluccio (costumes; objets personnels et de scène; partitions, lettres et l’énorme archive photographique) est disponible pour expositions temporaires ou permanentes.

-Une soirée multimédiale consacrée au personnage aussi multiforme du chanteur ( en tant qu’interprète d’opéra; de chansons Napolitaines et Espagnoles,auteur de Tangos; et artiste cinématographique,) sous la direction de son fils; est prete pour la mise en circulation

– La version pour la scène "ultra légère" des deux chevaux de bataille de Tito Schipa, dont Werther et Elixir d’Amour, sera disponible dans le format pratique inventé et déjà largement publicisé par Tito Schipa Jr.  Le but est la diffusion de ces chefs d’oeuvres accompagnées par leurs interprètes les plus prestigieux, dans toutes les langues,  disponibles au prix contenu, accessible à tous avec le meme capacité d’impacte énorme.

Avec nos salutations plus chaleureuses;

ASSOCIATION CULTURELLE TITO SCHIPA – ROMA 

associazione@titoschipa.it
Tel: 39.335.6151364

 

 

GLI EVENTI

 

* Venerdì 20 Marzo 2015, alle ore 17.30 di New York, Tito Schipa Jr. sarà ospite del programma settimanale di RAI world "Community", dedicato a Tito Schipa.

** Per visionare l’intervista, andata in onda sui canali RAI di tutto il mondo, digitare "rai community 20 marzo 2015". Al termine dell’intervista si parla anche dell’Archivio Schipa-Carluccio.

——————————

LO SCENEGGIATO L’USIGNOLO DI LECCE DI TITO SCHIPA JR.

Lo sceneggiato "L’Usignolo di Lecce" di Tito Schipa Jr., prodotto dalla RAI – Radio Uno nel 1984 in 13 puntate, verrà ripresentato in una nuova veste arricchita dalle immagini fornite dall’Archivio Schipa-Carluccio nei giorni 9-14 Dicembre 2015 presso il MUST di Lecce, ore 18.

———————————

 

 

IL VOLUME CELEBRATIVO DEL CONSERVATORIO

"TITO SCHIPA" DI LECCE

Al cortese e gradito invito da parte del Maestro Salvatore Stefanelli, Direttore del Conservatorio, aderirò personalmente con un contributo dal titolo: "Patrimonio e nuove acquisizioni dell’Archivio Schipa-Carluccio" e con un’altra sorpresa riguardante un importante manoscritto inedito riguardante una Messa composta da Tito Schipa, recentemente acquisito nell’Archivio Schipa-Carluccio.

Caro Gianni,

non ho parole per descrivere il lavoro da te compiuto e per ringraziartene. Sei senza dubbio la persona che sul piano scientifico ha fatto di più  per Tito Schipa quanto a cose concrete, effettive e preziose, ottenendone più fatica che reali riconoscimenti, e dove i riconoscimenti esistono dubito che siano effettivamente consci del lavoro titanico (ed innamorato) che hai portato a termine (per ora…).

…e poi in un messaggio successivo aggiunge, anche a proposito di una nuova completa edizione del suo capolavoro immortale "Orfeo 9" alla quale ha collaborato l’amico Ermanno Manzetti:

"Momento storico per la famiglia Schipa, cui i cognomi Carluccio e Manzetti si legano da oggi indissolubilmente".

Ti abbraccio, Tito

Roma, 18.3.2015

——————————- 

 GLI SPETTACOLI TEATRALI

Dall’amico Franco Ciardo, che ringrazio, ricevo con piacere il presente bando con un’edizione speciale de "Le Parole della Memoria" dedicata a Tito Schipa e Raffaele Protopapa.

—————————–

La locandina ed il programma dell’evento "Tito Schipa for children" programmato per il 18 Aprile 2015, presso il teatro "Il Ducale" di Cavallino (Lecce).

Ed ecco alcune mie immagini della serata, protagonisti alcuni miei cari alunni.

Gianni Carluccio con Eraldo Martucci, durante il loro intervento.

Durante l’esecuzione del tango "El Gaucho" di Tito Schipa.

 —————————–

La VII edizione del "Maggio Musicale Salentino", con la Direzione del Maestro Gianluca Milanese, che ringrazio, è stata dedicata a Tito Schipa (Lecce, Teatro Paisiello, Sabato 16 maggio 2015). La manifestazione si è svolta mentre scorrevano suggestive immagini sullo sfondo del palco, fornite dall’Archivio Schipa-Carluccio, che hanno molto interessato gli spettatori.

Il programma della serata dedicata a Tito Schipa. Molto interessante l’esecuzione di un brano tratto dall’Operetta composta dallo stesso Schipa: "La Principessa Liana".

Il M.o Gianluca Milanese al flauto.

Il soprano Lucia Conte con il tenore Raffaele Pastore.

Il soprano Lucia Conte.

Da sin.: Gianluca Milanese, Raffaele Pastore, Lucia Conte ed il presentatore della serata Ludovico Malorgio.

Da sin.: Raffaele Pastore, Gianni Carluccio, Lucia Conte, Gianluca Milanese e Michele D’Elia.

—————————-

Nell’ambito del Volume "Divine tavole" dell’amica Silvia Famularo (Ed. Grifo, 2015, pp. 63-70), una sezione da me curata, intitolata "Un salentino nel mondo: Tito Schipa " è dedicata al tenore leccese, nel 50° anniversario della scomparsa. 

Riporto qui di seguito l’incipit del mio saggio:

"Si presentano in questa sede, a cinquant’anni dalla scomparsa del tenore leccese, alcuni menù ideati in occasione di importanti ricevimenti che hanno visto come protagonista Tito Schipa, gloria del bel canto italiano nel mondo. La prima serie di documenti riguarda il matrimonio del Principe Umberto II di Savoia con la Principessa Maria Josè del Belgio, celebrato a Roma l’8 Gennaio 1930. In quell’occasione Tito Schipa fu invitato a cantare presso il Teatro Reale dell’Opera di Roma il giorno 10 Gennaio 1930 nel Don Pasquale, alla presenza di un pubblico di Re e Regine, Principi e Principesse, avendo come partner Bidù Sayao e come Direttore d’orchestra Gino Marinuzzi. Lo stesso Tito Schipa racconterà questo memorabile avvenimento in un articolo da lui firmato sul Corriere d’America del 28.1.1930 dal titolo "Impressioni di un Tenore che canta ad un pubblico di Re e di Regine", che riproduciamo in questa sede. Nella raccolta relativa all’invito conservato nell’Archivio Schipa-Carluccio figurano l’Orario di Corte, con il programma dei festeggiamenti dal 5 al 10 Gennaio 1930, stilato dal Prefetto di Palazzo [il Quirinale]; il Rituale per la celebrazione del Matrimonio; la disposizione a tavola nel Salone delle feste, che registra la presenza degli Sposi, dei Re d’Italia e del Belgio, assieme ai Sovrani, Principi e Principesse provenienti da varie Nazioni; il menù ed infine, come già detto, la presentazione della serata di gala presso il Teatro Reale dell’Opera di Roma" ….

Gianni Carluccio con Silvia Famularo.

—————————-

Domenica 30 Agosto 2015, organizzata da Terme di Santa Cesarea – Albergo Palazzo, l’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa e parente del celebre tenore leccese, terrà una Conferenza dal titolo: "Tito Schipa, un leccese del mondo". L’evento avrà inizio alle ore 21 presso l’Albergo Palazzo di Santa Cesarea Terme, dove esattamente 57 anni prima, il 30 Agosto 1958, si era esibito Tito Schipa. L’iniziativa rientra nelle celebrazioni per il 50º anniversario della scomparsa del tenore leccese, avvenuta il 16 Dicembre 1965 a New York.
Nel corso della Conferenza l’Ing. Carluccio proietterà per la prima volta alcuni fotogrammi tratti da un prezioso film girato da Tito Schipa nel Salento ed in particolare a Santa Cesarea Terme nell’ottobre del 1931, quando, a bordo di una potente e bellissima Jaguar, si recò a Santa Cesarea, ospite della famiglia Sticchi nella bellissima Villa.

Gianni Carluccio presentato da Alessandra Pizzi.

Un folto pubblico ha assistito alla conferenza tenuta sulla terrazza dell’Albergo Palazzo dall’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Schipa.

La Gazzetta del Mezzogiorno del 30.8.2015.

Il Nuovo Quotidiano di Puglia, Lecce del 30.8.2015.

 

Ricevo da Tito Schipa Jr. in data 21.11.2015:

CALENDARIO UFFICIALE DELLE CELEBRAZIONI DEL CINQUANTENARIO DI TITO SCHIPA SENIOR A LECCE!

Dal 9 al 14 dicembre:

Riproposta dello SCENEGGIATO RADIOFONICO in 13 puntate sulla vita di Tito Schipa prodotto da Radio Uno negli anni 90, con la partecipazione di 60 attori, leccesi e internazionali, e dell’Orchestra "Tito Schipa" di Lecce diretta da Ottavio Ziino.  Sceneggiatura e regia di Tito Schipa Jr.

Le puntate sono ora audio-video (sono state aggiunte moltissime immagini rare provenienti dall’archivio Schipa-Carluccio) e saranno proiettate al MUST a partire dalle ore 18, due puntate al giorno e tre nel giorno finale.

Ingresso libero.

Il 15 dicembre:

Kermesse Schipa al teatro Paisiello.

Conferenza-spettacolo di Schipa Jr. sulla figura e sull’arte del Padre, con documenti audio e video rari o inediti; proiezione del film-opera-rock ORFEO 9 di Schipa Jr. nella versione restaurata e risonorizzata dal giovane film-maker Ermanno Manzetti, con presentazione del triplo dvd prodotto di recente dall’Associazione Culturale Tito Schipa.
Orari da definire. – Ingresso libero.

Il 16 dicembre (50mo anniversario della morte di Schipa Senior):

Serata di gala al teatro Politeama con la presenza del grande baritono LEO NUCCI e con lo spettacolo "Recital CanTANGO: Il TANGO da SCHIPA a GARDEL" di e con il celebrato tenore FABIO ARMILIATO.

 

* Invitiamo gli organizzatori e i partecipanti a voler completare e/o precisare questo comunicato.

————————————————————–

Quest’anno ricorre anche il centenario della nascita della celebre attrice Caterina Boratto. La carissima e gentilissima amica Dott.ssa Marina Ceratto, figlia della bellissima Caterina, ha voluto onorarmi con un invito alla Mostra che, ironia del destino…, verrà inaugurata a Roma proprio il 16 Dicembre nell’anniversario della scomparsa di Tito Schipa, che la adorava. Grazie Marina.

Tito Schipa con Caterina Boratto sul set del film VIVERE, 1936 (Archivio Schipa-Carluccio).

Caterina Boratto dedica all’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa. Per me un ricordo stupendo, grazie anche alla figlia Marina, giornalista e scrittrice bravissima e dolce Signora d’altri tempi !!!

2 pensieri su “TITO SCHIPA, 50° anniversario della scomparsa

  1. Molto bene, Gianni. Sia libera per tutti la possibilità di inventare e contribuire. E tramite il tuo lavoro, preziosissimo, ogni iniziativa diventerà – e resterà – testimonianza storica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*