PUGLIA ARCHEOLOGICA con Lorenzo Capone

 

"Al caro Gianni con il quale ho "peregrinato" in tutta la regione. Lorenzo 8.2.2012". Questa la gradita dedica dell’amico Editore Lorenzo Capone, apposta sulla nuova edizione della sua "Puglia Archeologica", appena uscita. Si tratta di un volume ricchissimo di belle immagini, tutte da gustare. Grazie Lorenzo!

 

 

Questa la dedica dell’Editore Lorenzo Capone agli amici e "compagni di viaggio": Nicola De Paulis, Maurizio Nocera, Francesco Pasca, Nello Sisinni, Gianni Carluccio e Walter Della Fonte con a lato una splendida pagina del libro, con i tesori di Rocavecchia. 

Alle ore 11 di ieri (mercoledì 15 Febbraio 2012), al suono della campanella, proprio mentre sto per salutare i miei cari alunni della 1B Informatica dell’I.I.S.S. "Enrico Fermi" di Lecce, arriva puntuale la telefonata dell’amico Dott. Prof. Lorenzo Capone, titolare dell’omonima prestigiosa casa editrice e decano dei giornalisti televisivi salentini: "Gianni preparati, ci vediamo alle 14.30 alla casa editrice per poi andare a fare una passeggiata con Maurizio e Francesco a Racale, da Walter".

Per pura combinazione avevo appena finito di illustrare ai miei ragazzi lo splendido volume "Puglia Archeologica", ultimo lavoro di Lorenzo Capone, autore ed editore. Ho allora detto agli interessati allievi delle nostre passeggiate archeologiche, invitandoli a visitare il mio sito dove sono presenti molti articoli riguardanti l’archeologia, in particolare gli ultimi dedicati a Rudiae ed a Quinto Ennio, oltre alla mia Vaste (l’Editore ha scritto nella dedica del libro che io sono nato a Vaste, ma in effetti Vaste è il paese natale di mio padre, mentre io sono nato a Lecce, anche se le origini "messapiche" mi sono molto care).

Dunque ai miei cari alunni ed a tutti i "compagni di viaggio" dedico le immagini che seguono riprese ieri pomeriggio, 15 febbraio 2012, in occasione di una passeggiata a Racale, dove ci ha accolto il caro e gentilissimo Dott. Gualtiero Della Fonte, per gli amici Walter, membro autorevole del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti della Provincia di Lecce, notevole collezionista e già Sindaco della graziosa e "dolce" cittadina salentina; capirete attraverso alcune immagini perchè così dolce …

Gianni Carluccio

 

* tutte le immagini sono dell’Ing. gianni CARLUCCIO

  e sono coperte da copyright.

Lorenzo Capone fotografato da Gianni Carluccio.

La bella Gallipoli con l’Isola di Sant’Andrea,

fotografata al volo dalla superstrada Lecce-Gallipoli.

Racale, un’antica Torre di difesa.

Racale, un vetrina ci ricorda che siamo nel

periodo del Carnevale.

 Racale, dolceria Causo. Che meraviglie!

Qui Walter ha voluto omaggiare tutti gli amici con una guantiera ricca di dolcezze… che stamattina hanno potuto apprezzare anche Tito Schipa Jr. e Adriana Ruvolo, qui a Lecce in occasione della Stagione Lirica, come Regista e Costumista dell’Elisir d’Amore.

 Un caffè è d’obbligo per Lorenzo Capone, Francesco Pasca, Walter Della Fonte, Gianni Carluccio e Maurizio Nocera.

 Dal prestigioso studio di Walter a Racale si intravede la collina ed il Santuario della Madonna dell’Alto Mare, nostra meta.

 Gianni Carluccio con Walter della Fonte proprietario della storica Fiat 1100 E, "protagonista" in numerosi film.

Gianni Carluccio al volante della storica "Fiat 1100 E" che ha fatto l’ultima comparsa nel film "Il Postino" (1994), capolavoro dell’indimenticabile Massimo Troisi.

La Repubblica del 2 febbraio 2002, con la storia della famosa FIAT 1100 E

La storica "FIAT 1100 E" in una sequenza de Il Postino, girata a Procida nel 1994.

L’attore napoletano Mariano Rigillo, mentre esce dalla storica auto.

Massimo Triosi e Philippe Noiret in una scena del film "Il Postino" (1994).

Massimo Troisi (San Giorgio a Cremano, 19.2.1953 – Ostia, 4.6.1994), gravemente malato di cuore,  scomparve appena 12 ore dopo la fine delle riprese del film. Il film fu presentato al Festival Internazionale del Cinema di Venezia il 1° settembre 1994 ed è considerato tra i migliori film di sempre.

* Aggiungo oggi 19.2.2012 questo breve ricordo del grande MASSIMO TROISI, in occasione della ricorrenza del suo compleanno. Ringrazio l’amico attore-regista Massimo Romano per le notizie sulla lavorazione del film Il Postino a Procida, nonché per i preziosi ricordi di Roberto Benigni che ha voluto lasciarmi in una intervista presso la mia residenza.

Gianni Carluccio

Massimo Troisi e Roberto Benigni in "Non ci resta che piangere", un indimenticabile film del 1985.

Massimo Troisi con Renzo Arbore e le "ragazze coccodè"

(RAI, Indietro Tutta, 1988)

Il simpatico volume di Gualtiero Walter Della Fonte, recentemente pubblicato dall’Editore Lorenzo Capone, partecipa alla raccolta fondi per TELETHON.

L’attestato di TELETHON ricevuto da Gualtiero Della Fonte a Ugento, il 10 marzo 2012, nella splendida cornice del Museo Archeologico, in occasione della presentazione del suo Volume.

 Dalla collina che sovrasta Alliste e la sua bella frazione Felline, disseminata di piccole specchie, si gode un panorama superbo

e fuori dal tempo.

 e che tramonti sullo ionio…

 La nostra meta è il Santuario della

Madonna dell’Alto Mare (Alliste)

 Il Santuario della Madonna dell’Alto Mare, di origine medioevale

 Uno dei pregevoli affreschi raffigurante la Madonna in trono con Bambino, risalente al 1577.

* Dedico questa immagine all’amico cardiologo Dott. Totò De Pascalis ed a sua moglie Titti, che alcuni anni fa mi condussero in questi splendidi luoghi, dove, oltre allo splendido borgo di Felline, esistono fantastici ulivi secolari ed un’importante specchia medioevale, che si può osservare semi-distrutta (e semi-sconosciuta) nella pineta adiacente al Santuario della Madonna dell’Alto Mare

 Dal pianoro sulla sommità della collina lo sguardo spazia fino a Racale, Taviano ed a Parabita (al centro della foto, sullo sfondo, alle spalle di Alliste)

Al ritorno, sotto una tettoia prospiciente la casa editrice Capone, ci aspetta un codirosso infreddolito

… e questa è la mia classe: 1B Informatica

dell’I.I.S.S. "Enrico FERMI" di LECCE

(assieme a me l’amico e Collega Prof. Vito ALBANO)

 

8 pensieri su “PUGLIA ARCHEOLOGICA con Lorenzo Capone

  1. Grazie Luca,

    sei stato il primo a lasciare un commento alla foto fatta in classe e ti ringrazio.
    Purtroppo in molti non riescono a digitare correttamente i dati (soprattutto il codice di sicurezza), dopo aver scritto il commento e quindi si perde il loro messaggio.

    Prof. Gianni Carluccio

  2. Sei sempre molto ricco di complimenti, è tua antica e positiva abitudine che, francamente, ti invidio molto. Grazie ancora, caro Gianni, certo che altre spensierate passeggiate, accompagnate sempre dal tuo entusiasmo e dalla tua curiosità, torneranno utili per conoscere meglio il passato remoto e prossimo della nostra regione. Lorenzo

  3. Carissimo Professore, sono un suo alunno dell’Enrico Fermi, classe 1B Inf.
    Devo dire che all’inizio dell’anno pensavo che fosse una persona antipatica, per via dei numerosi rapporti che mi ha messo a causa di alcuni “malintesi”, ma devo dire che mi sono ricreduto.
    Ho visto che lei non è un semplice Professore che sta là a insegnare e basta, ma svolge studi importanti e conosce persone importanti (ho visto la foto con Conte!).
    Insomma, le persone che io rispetto sono quelle che concludono qualcosa nella vita e non lasciano che passi così, rimanendone poi con un pugno di mosche in mano. Di certo lei è un esempio di grande uomo per me.
    Saluti, Imbriani Simone

    • Carissimo Simone,

      ti ringrazio per il commento e per le belle parole. All’inizio dell’anno “devo” fare il duro per fare capire come ci si comporta ma poi avrai notato che il tuo Prof. sa essere simpatico e scherzoso. Per quanto riguarda Conte lo conosco fin da quando era piccolino, in quanto abitavamo sulla stessa strada a Lecce, ma io ero molto più grande di lui. Ora sono felice per i suoi successi perché sono successi di un leccese che si fa onore.

      Un caro saluto, Prof. Gianni Carluccio

  4. Salve Carissimo professore

    Ho visitato il suo sito e devo ammettere che è molto bello e non lo dico solo io ma anche i miei familiari e amici che lo hanno visto insieme a me. Sono molto contento del sito perchè anche a me piace la storia e l’archeologia come piace a lei e mi auguro di ricevere molti insegnamenti da una persona colta come lei che mi è molto di esempio, la stimo molto perchè le persone come lei ci insegnano a conoscere la storia, la cultura e l’amore per l’archelogia. Le auguro che possa darci sempre tanto perchè nella vita servono le persone come lei. Con affetto e stima

    Il suo alunno della 1b informatica

    Colella Cristiano

  5. Carissimo Cristiano,

    le tue belle parole mi ripagano di una giornata molto faticosa passata a Scuola, dove ho fatto sei ore di seguito di lezione. Ti ringrazio molto dunque assieme ai tuoi familiari ed ai tuoi amici. A domani.

    Prof. Gianni Carluccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*