Premio Internazionale “Tito Schipa” – Ostuni, mercoledì 3 agosto 2011

Nella splendida cornice del Chiostro San Francesco di Ostuni (Br) si è svolta mercoledì 3 agosto 2011 alle ore 21.00 la 1a edizione del Premio Internazionale Tito Schipa, alla quale hanno partecipato circa 400 spettatori, alcuni dei quali, in mancanza di posti all’interno del chiostro, hanno assistito all’evento nella adiacente Piazza del Municipio, grazie ad un maxi-schermo appositamente allestito. Il Premio Lirico, ideato dal tenore Joe Fallisi – direttore artistico dell’iniziativa – e organizzato dalla CastleTour-Arte-Promozione-Spettacoli di Madia Trinchera, vanta il Patrocinio dell’Assessorato al Turismo e Spettacolo di Ostuni, ed è stato pensato come omaggio al tenore e compositore salentino Tito Schipa che, grazie al suo indiscusso talento, ha entusiasmato le platee di tutto il mondo

 

con la sua inconfondibile voce soave, l’ineffabile fascino delle interpretazioni, la vastità del repertorio e un’insuperabile presenza scenica. Il Premio, destinato a grandi cantanti lirici, famosi e affermati a livello internazionale, che si situano idealmente nel solco aureo dell’artista leccese, questo primo anno è stato consegnato al tenore Fabio Armiliato (accompagnato dalla moglie soprano Daniela Dessì), che si è esibito a Ostuni reduce dalla Carmen di Bizet al Gran Liceu di Barcellona e annunciato protagonista nell’ultimo film di Woody Allen in uscita nel 2012.

Assente il regista Tito Schipa Jr., è stato partecipe dell’iniziativa l’ing. Gianni Carluccio, responsabile dell’Archivio Tito Schipa, che ha ritirato una targa premio in ricordo della splendida serata.

In occasione dell’evento, all’interno del Chiostro è stata allestita una Mostra su Tito Schipa, curata dallo stesso ing. Gianni Carluccio, che ha anche illustrato la vita del tenore leccese ed i suoi rapporti con Ostuni, attraverso una proiezione di 150 immagini, che hanno vivamente interessato la vasta platea.

Ad inizio dello spettacolo inoltre è stato proiettato al pubblico il film sulla vita del cantante leccese realizzato da Tito Schipa Jr dal titolo “Tito Schipa, un italiano del mondo” (RAI, 1989).

Oltre al Sindaco di Ostuni Domenico Tanzarella ed all’Assessore al Turismo ed allo Spettacolo Agostino Buongiorno, hanno assistito all’evento numerose personalità nel campo della cultura e della musica, tra le quali ricordiamo il tenore Nicola Martinucci e la presidente dell’Associazione Amici della Lirica “Tito Schipa” di Lecce, prof.ssa Elvira Romano.

 

 LA LOCANDINA DEL PREMIO INTERNAZIONALE "TITO SCHIPA"

 LA PAGINA INIZIALE DELLA CONFERENZA DELL’ING. GIANNI CARLUCCIO

(LA FOTO NOTTURNA DI OSTUNI E’ DI GIANNI CARLUCCIO) 

 OSTUNI

(foto di GIANNI CARLUCCIO)

GIANNI CARLUCCIO con i tenori FABIO ARMILIATO e NICOLA MARTINUCCI

a fianco al costume di scena dell’Elisir d’Amore di TITO SCHIPA

esposto nella Mostra di OSTUNI

FABIO ARMILIATO E DANIELA DESSI’

(foto di repertorio)

 

 GIANNI CARLUCCIO RICEVE LA TARGA RICORDO

DEL PREMIO INTERNAZIONALE TITO SCHIPA

 

MADIA TRINCHERA, DANIELA DESSI’, GIANNI CARLUCCIO,

DOMENICO TANZARELLA, Sindaco di OSTUNI ed il tenore JOE FALLISI

 

MICHELA CALEANDRO e MARIA GRAZIA TRINCHERA

CUSTODI DELLA MOSTRA TEMPORANEA SU TITO SCHIPA A OSTUNI

 

 

© Testi e foto, laddove non diversamente indicato, sono di proprietà dell’Ing. Gianni Carluccio. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, senza una preventiva autorizzazione dell’Autore.

 

8 pensieri su “Premio Internazionale “Tito Schipa” – Ostuni, mercoledì 3 agosto 2011

  1. Caro Pompeo,

    le due signorine in questione hanno avuto il grande merito di aver custodito per l’intera serata i preziosi cimeli di Tito Schipa da me esposti ad Ostuni. Logicamente concordo sulla S maiuscola, anche se la foto fatta in un momento di pausa non è mia ma del fotografo ufficiale ed è tratta dal sito della Castle Tour che ha egregiamente organizzato la serata.

    Gianni

  2. di chi è l’abito?, del sarto o di chi lo indossa?, di chi è l’abito del sarto o di chi lo scuce?…
    Ci sono per fortuna ancora uomini detti Arsapo che assaporano la credibilità delle proprie fantasie e si accostano al loro terminare con il sorriso di un fanciullo, del proprio Egoestetico.
    Forse è quella la memoria affiorante, la necessaria.
    ciao dal tuo amico francesco.

    • Caro Tito,

      ti ringrazio per questo commento graditissimo, in un momento particolare.
      Mi confortano anche i complimenti per il sito perché provengono da un grande Maestro quale tu sei.

      Un forte abbraccio, Gianni

Rispondi a Gianni Carluccio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*