Il Massiccio del Pollino visto da Gallipoli

"Alla mia cara Arianna

ed a Gianni Morandi, amante del Salento".

Il Massiccio del Pollino visto da Gallipoli.

* Foto Ing. Gianni Carluccio, 21 settembre 2012, ore 19.23.

Questa spettacolare immagine è stata ripresa alle ore 19.27 di Venerdì 21 settembre 2012 dall’Ing. Gianni Carluccio (lo scatto è stato effettuato da uno dei porticcioli di Gallipoli, lato ovest, nei pressi del seno della Purità). Nella foto si riconosce l’Isola di Sant’Andrea con il faro e, sulla destra, il Massiccio del Pollino: il Monte Pollino è alto 2.248 metri s.l.m. e dista in linea d’aria da Gallipoli 150 km.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Gallipoli. La costa della Calabria ionica settentrionale si intravede alla sinistra del Faro dell’Isola di sant’Andrea.

Gallipoli, ore 18.45 del 21 Settembre 2012. Appena arrivato da Lecce alla periferia della città "bella", mi precipito sul lungomare per fotografare Il sole che sta tramontando . Con grande gioia, quasi un presentimento, si comincia a intravedere il Massiccio del Pollino, che riesco a fotografare sempre meglio. E’ per me il secondo "colpo fotografico" di questo fantastico settembre 2012. Gallipoli era stata scelta quale meta per una piacevole cena con un gruppo di cari amici: l’editore Lorenzo Capone, il poeta e scrittore Maurizio Nocera (che per primo ha identificato il Pollino), l’ispettore della Soprintendenza Archeologica della Puglia Rino Bianco (che, conoscendo bene il Pollino, ne ha subito confermato l’identificazione) ed il pittore e scrittore Francesco Pasca, acuto osservatore. Poco dopo si sarebbe aggiunto al gruppo Walter Della Fonte, Commercialista ed ex Sindaco di Racale.

Dopo aver cominciato a intravedere il Massiccio del Pollino, ci siamo spostati lungo i bastioni del Centro Storico di Gallipoli, nei pressi di un piccolo porticciolo, di fronte all’Isola di Sant’Andrea. Qui è proseguito l’incanto. Mi sono inginocchiato ed ho continuato a fotografare…

Spunta anche la luna…

Gallipoli, la spettacolare visione della costa calabrese (a sinistra del faro dell’Isola di Sant’Andrea) con il Massiccio del Pollino, sulla destra.

La costa calabrese fotografata con il teleobiettivo.

Il Massiccio del Pollino ripreso da Gianni Carluccio con il teleobiettivo sempre più spinto.

Gallipoli, il seno della Purità.

Sono le 19.35, sulla costa ionica salentina  ormai si vedono solo alcune luci, fino alla Provincia di Taranto.

Una suggestiva immagine con il Faro dell’Isola di Sant’Andrea, la costa calabrese ed il Massiccio del Pollino, che stanno per scomparire alla vista.

Una cartina geografica con l’indicazione della traiettoria Gallipoli – Monte Pollino (150 km).

 …. l’emozione si ripete dopo 14 anni. Lo scenario è simile ed il Massiccio del Pollino compare subito dopo il tramonto.

L’11 Ottobre 2011, subito dopo il tramonto, così si presentava lo scenario delle montagne calabresi e del Massiccio del Pollino visti da Torre Vado (Lecce). La punta della costa ionica salentina che si vede sulla destra è in corrispondenza di Torre Pali, alla sua sinistra si scorge il Massiccio del Pollino ed ancora a sinistra, per tutta l’estensione dell’immagine, i monti della Calabria. La direzione della foto è Ovest e la distanza da Torre Vado al Monte Pollino è esattamente 175 km (foto copyright Ing. Gianni Carluccio).

 

… ed ora qualche immagine del Centro Storico di Gallipoli e della cena finale…

Gallipoli, interno della Cattedrale.

Gallipoli, Trattoria "Le Fontanelle": da sin.: Gianni Carluccio, Rino Bianco, Lorenzo Capone, Maurizio Nocera, Francesco Pasca e Walter Della Fonte, che si è unito al gruppo a Gallipoli.

Linguine ai frutti di mare … senza parole!

8 pensieri su “Il Massiccio del Pollino visto da Gallipoli

    • Grazie Walter,

      graditissimi i tuoi complimenti. E poi grazie per la scelta dell’ottima trattoria…

      Un abbraccio e a presto, Gianni

  1. La curiosità, gli interessi molteplici e la passione sono componenti presenti in tutte le tue foto: non hai avuto bisogno di maestri, forse proprio per questo riesci ad ottenere risultati invidiabili. E gli scatti di Gallipoli di qualche sera fa sono tali.
    Lorenzo

    • Grazie Lorenzo,

      è stata una serata indimenticabile. Credo che adesso risultano comprensibili i motivi della mia “fretta” nel raggiungere Gallipoli al tramonto…
      Un abbraccio e grazie per l’autorevole compagnia, sempre graditissima e grazie anche a Walter che ha avuto l’idea di “convocarci” nella Città Bella, anzi bellissima.

      Gianni

  2. Il Pollino è uno dei miei monti preferiti!!!
    Cavolo! Non sapevo che Pollino è visibile ad oltre 150km!!!
    Complimenti all’autore che ha fatto foto molto belle!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*