New York, dieci anni fa… 11 settembre 2001

 

New York, 10 anni fa… non ci sono parole per ricordare questa tragedia mondiale.

In questa immagine ed in quelle che seguono i miei ricordi della visita negli U.S.A.

 

nel febbraio 1975, quando sorvolai, fotografando e filmando le Twin Towers (da poco costruite), a fianco al pilota dell’elicottero e senza paura… (nello stesso luogo, un mese prima, un elicottero dello stesso tipo era caduto…).

Dedico questi ricordi alla mia cara cugina Candy Carluccio, capitano della United Airlines (compagnia aerea degli U.S.A. coinvolta nella tragedia), scomparsa a Nashville il 17 agosto 2011.

SENZA CINTURE DI SICUREZZA, IN PIEDI VICINO AL FINESTRINO,

PER REGISTRARE LA FORTE EMOZIONE DELL’ARRIVO A N.Y.

FOTOGRAFANDO NEW YORK DALL’ELICOTTERO

CON LA STATUA DELLA LIBERTA’ IN PRIMO PIANO

E LE TORRI GEMELLE CHE DOMINAVANO MANHATTAN

GIANNI CARLUCCIO FACCIA A FACCIA

CON LA TUTA DI NEIL ARMSTRONG

UNA GRANDE EMOZIONE FOTOGRAFARE

LA ROCCIA LUNARE

CANDY CARLUCCIO con il marito GARY

ed i figli GINA e JOHN,

una famiglia di piloti di aerei negli U.S.A.

 

U.S.A., MONTAGNE INNEVATE

IN UNA FOTO DI CANDY CARLUCCIO, DAL SUO AEREO

GIANNI CARLUCCIO e AGNESE MORO

POGGIARDO (LE), 22.11.2008

TELEGRAMMA DI ALDO MORO PER LA MORTE DI TITO SCHIPA (1965)

VISITE DI ALDO MORO NEL SALENTO, A LECCE e POGGIARDO (1975)

(ARCHIVIO CARLUCCIO)

GIOVANNI FALCONE e PAOLO BORSELLINO

GRAZIE!

 

 

© Testi e foto, laddove non diversamente indicato, sono di proprietà dell’Ing. Gianni Carluccio. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, senza una preventiva autorizzazione dell’Autore.

 

7 pensieri su “New York, dieci anni fa… 11 settembre 2001

  1. gentile Professore, l’emozione per la morte di tante vite umane è ancora forte in noi. Vite innocenti al di fuori della lotta acerrima e a volte sporca della politica hanno pagato la scelleratezza umana che non ha confini. Però allo stesso modo dovrebbero essere ricordati tutti quei morti civili e indifesi che soprattutto nei paesi del terzo mondo ogni giorno sono vittime dell’indifferenza dell’uomo.
    Ogni giorno ci dovremmo indignare e ugualmente protestare contro tutte le guerre anche quelle che stranamente oggi vengono denominate missioni di pace. Se non la si smette con questi concetti di mero opportunismo il terrorismo continuerà a dilagare. Obama avrebbe fatto bene a stare zitto, quando ha detto che gli USA sono più forti. Non è vero. Gli USA sono oggi il paese più esposto, più debole e purtroppo anche quello meno amato nel mondo. Non lo dico io, lo dice una autorevole indagine fatta proprio dal Parlamento Europeo, dove USA ed Israele sono risultati i popoli meno simpatici al mondo. Complimenti per il suo sito e se qualche volta le va con i suoi alunni affronti questi problemi nel rispetto della diversità delle opinioni, perchè proprio in questo sta la forza della democrazia. Ma di questo purtroppo, mi creda caro professore, il mondo è ancora molto molto lontano.

    • Caro Professore,
      la ringrazio per il suo intervento e credo che effettivamente sia giusto riflettere sui motivi che hanno portato a tanto scempio e certamente concordo con il fatto che tutte le vittime debbano essere ricordate allo stesso modo, come del resto noi facciamo con Aldo Moro e con gli uomini della sua scorta.

      Cordialmente, Gianni Carluccio

  2. Posso chiederle gentile Gianni perchè l’è venuto in mente Aldo Moro e non invece il giudice Falcone?
    Non voglio fare il processo alle intenzione, ma a volte è bello entrare nella testa delle persone giusto per capire la formazione dei loro pensieri.

  3. Mi è venuto in mente Aldo Moro perché ho avuto il piacere di conoscere recentemente la figlia Agnese, bravissima persona.
    I giudici Falcone e Borsellino sono sempre nel mio cuore e credo che siano le migliori persone che la nostra nazione abbia espresso. A loro ho dedicato una Mostra nel mio Istituto scolastico che è l’I.I.S.S. “Enrico Fermi” di Lecce, ma anche in questo caso non voglio dimenticare gli uomini della scorta, uno dei quali era proprio salentino (Antonio Montinaro di Calimera).
    Adesso vorrei chiederle una cosa io: si può qualificare? Non mi piace dialogare con persone che non conosco, anche se le assicuro che il dialogo con lei è piacevole. Le dico anche che appena gestirò personalmente il mio sito (ora lo fa, con molta pazienza, l’amico dott. Pompeo Maritati) non accetterò messaggi anonimi.

    Cordialmente, Gianni Carluccio

  4. I’ve been surfing online greater than three hours today, but I by no means found any attention-grabbing article like yours.

    It’s lovely worth enough for me. In my opinion, if all website owners
    and bloggers made good content as you probably did, the
    net can be much more helpful than ever before.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*