TITO SCHIPA E IL TANGO, EL GAUCHO E LA PRINCIPESSA LIANA

In primo piano

Il 78 giri del famoso tango “El Gaucho” di Tito Schipa (Coll. Ing. Gianni Carluccio, copyright).

Colgo l’occasione della Conferenza: “Tito Schipa e il Tango”, alla quale parteciperò con l’amico Eraldo Martucci, per presentare alcune foto, insieme a spartiti e dischi dell’Archivio Schipa-Carluccio.

Tito Schipa balla il tango “El Gaucho” con sua figlia tredicenne Elena (San Francisco Examiner, 13 Novembre 1935; foto copyright ARCHIVIO SCHIPA-CARLUCCIO). 

* “El Gaucho” bellissimo tango composto da Tito Schipa e inciso nel 1928 a New York, era inserito alla fine del 2° atto della sua famosa Operetta “La Principessa Liana”.

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

TITO SCHIPA E LA SPAGNA – MEDIMEX BARI 1.XII.2012

In primo piano

 

Nel corso dell’incontro, alla presenza del Maestro Tito Schipa Jr., moderatore il Prof. Maurizio Nocera, verrà presentato il Volume: "Dal cante jondo di Garcìa Lorca alle canzoni spagnole di Tito Schipa", con allegato DVD (Ed. Milella 2012), a cura del Prof. Massimo Mura, direttore artistico della Compagnia Mura di Flamenco Andaluso.

L’Ing. Gianni Carluccio, Responsabile dell’Archivio Tito Schipa e autore, nell’ambito del predetto volume, del saggio: Tito Schipa, "el Encantador", relazionerà, attraverso una proiezione di 140 immagini, sulla figura del celebre Tenore leccese (cugino del nonno materno) e sulla sua esperienza spagnola.

Infine il Dott. Eraldo Martucci, Vice Presidente della Fondazione I.C.O. Tito Schipa, farà ascoltare alcuni brani musicali cantati da Tito Schipa in spagnolo, tra cui il famoso tango "El Gaucho", composto (parole e musica) dal tenore leccese nel 1927, inciso l’11 Settembre 1928 a New York e poi da lui meravigliosamente cantato nell’ambito della sua Operetta "La Principessa Liana" (1929). 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere