Gallipoli, Punta della Suina e Lido Pizzo con i coloratissimi Gruccioni

In primo piano

  

a Gianni Morandi,

frequentatore e amante di questi luoghi.

 

Gallipoli, il centro storico visto da Punta della Suina, domenica 7 Settembre 2014.

Gallipoli, Punta della Suina.

Gallipoli, Lido Pizzo.

Gallipoli, Punta Pizzo, Gruccioni in volo di migrazione.

 

Domenica 7 Settembre 2014, durante una bella passeggiata alla scoperta dei lidi di Gallipoli, nell’ambito del Parco Naturale Regionale "Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo", innumerevoli e coloratissimi Gruccioni, in volo di migrazione, hanno allietato il nostro cammino, proprio nei pressi della stradina che conduce alla Masseria di Torre Pizzo, nei pressi dell’omonima torre circolare.

Gianni Carluccio 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietato l’utilizzo senza il consenso dell’Autore.

Continua a leggere

Il Massiccio del Pollino visto da Gallipoli

In primo piano

"Alla mia cara Arianna

ed a Gianni Morandi, amante del Salento".

Il Massiccio del Pollino visto da Gallipoli.

* Foto Ing. Gianni Carluccio, 21 settembre 2012, ore 19.23.

Questa spettacolare immagine è stata ripresa alle ore 19.27 di Venerdì 21 settembre 2012 dall’Ing. Gianni Carluccio (lo scatto è stato effettuato da uno dei porticcioli di Gallipoli, lato ovest, nei pressi del seno della Purità). Nella foto si riconosce l’Isola di Sant’Andrea con il faro e, sulla destra, il Massiccio del Pollino: il Monte Pollino è alto 2.248 metri s.l.m. e dista in linea d’aria da Gallipoli 150 km.

 

* Tutte le immagini appartengono all’Archivio dell’Ing. Gianni Carluccio e ne è vietata la riproduzione senza il consenso dell’autore.

Continua a leggere

Tito Schipa, “Anema e Core” – donazione Luciana e Vittorio Guadalupi

Giovedì 16 febbraio 2012 al Festival di Sanremo, Gianni Morandi rivolto a Lucio Dalla, che era al pianoforte, diceva: "Grande Lucio, senti: noi adesso stiamo per presentare una delle canzoni napoletane più famose al mondo "Anema e core" (di Salve D’Esposito e Tito Manlio, n.d.r.), portata al successo da Tito Schipa (incisa esattamente il 3 aprile 1950, n.d.r.), cantata in dieci lingue…".

Oggi, 9 Settembre 2012, questo importante disco a 78 giri de "La Voce del Padrone" mi è stato donato personalmente, assieme ad altri due dischi, dalla Sig.ra Luciana Guadalupi, a nome del suo caro padre Vittorio Guadalupi di Brindisi, collezionista ed estimatore di Tito Schipa. La stessa Signora, che tra l’altro è stata allieva di Tito Schipa Jr. al corso dell’Università UPTER di Roma, ha fatto dono di numerosi altri dischi e di un libro all’Archivio Schipa-Carluccio, perché rimanga traccia del ricordo di suo padre nel momento in cui a Lecce finalmente sarà presente il tanto atteso Museo dedicato a Tito Schipa.

Ing. Gianni Carluccio,

Responsabile Archivio Schipa – Carluccio

 

Continua a leggere

4 Marzo 1943-1 Marzo 2012. Addio Lucio Dalla. Caro amico ti scrivo…

In primo piano

Lucio Dalla ci ha lasciato stamattina, improvvisamente. Siamo tutti impietriti e senza parole. A me piace ricordarlo sul lungomare di Otranto, dove l’ho visto la prima volta o immaginarlo ancora nella sua casa alle Isole Tremiti, dov’è profondo il mare…

Ma il ricordo più bello e più personale è nell’intervista che segue, rilasciata ad Osvaldo Scorrano (ottimo giornalista collaboratore de "La Gazzetta del Mezzogiorno") il 28 Novembre 2004; qualche mese dopo la pubblicazione del Volume "Tito Schipa" di Tito Schipa Jr., Ed. Argo di Lecce, da me curato e illustrato tramite 300 fotografie.

"Dedicherò la serata a Tito Schipa, il mio tenore preferito", aveva detto Lucio Dalla, in occasione di un Concerto al Teatro Politeama Greco di Lecce.

Continua a leggere