Da “pupo” a Zeus stilita . Singolare storia di una delle più importanti statue bronzee magno greche

Zeus di Ugento - Foto Gianni CarluccioDa  “pupo”  a Zeus stilita . Singolare storia di una delle più importanti statue bronzee magno greche  a 35 anni dalla sua scoperta a Ugento, nel Salento leccese. Lo Zeus stilita di Ugento (inizialmente noto come Poseidon) è una delle più importanti sculture bronzee magnogreche. Datata al 530 a.C. ed attribuita ad artista tarantino, la statua, priva purtroppo del capitello di supporto in pietra calcarea, è esposta in questi mesi in Palazzo Grassi a Venezia nell’ambito della Mostra “I Greci in Occidente”. Venne scoperta in maniera fortuita a Ugento (Lecce) alla fine del 1961, durante uno scavo per lavori edili al centro del paese, in corrispondenza dell’acropoli della antica città messapica cinta da possenti mura di fortificazione (lunghe ben cinque chilometri, alte sei e racchiudenti all’interno una superficie di circa 150 ettari!). Continua a leggere